Bobby Lashley ha qualche dubbio sul ritiro di Vince McMahon



by   |  LETTURE 857

Bobby Lashley ha qualche dubbio sul ritiro di Vince McMahon

Bobby Lashley è un otto volte campione del mondo, essendosi aggiudicato due volte il WWE Championship, due volte l’ECW World Championship e quattro volte il TNA World Heavyweight Championship. Ha inoltre detenuto due volte il titolo Intercontinentale, tre volte lo United States Championship, una volta il TNA X Division Championship e una volta il TNA King of the Mountain Championship.

‘The All Mighty’ sta vivendo una sorta di seconda giovinezza e ha intenzione di continuare a lottare ancora per molto tempo. Nel corso di una recente intervista a ESPN, gli è stato chiesto di esprimere un parere sul clamoroso ritiro di Vince McMahon.

Il mese scorso, Vince ha annunciato il suo addio lasciando il posto a sua figlia Stephanie e a Nick Khan. Al tempo stesso, Triple H è stato messo a capo del team creativo.

Bobby Lashley ringrazia Vince

“Vince McMahon ha annunciato il suo ritiro, ma io dubito che scomparirà del tutto” – ha esordito Bobby con grande sincerità.

“Non lascerà la sua creatura così facilmente, ama troppo questo business. Sarà ancora in giro, ne sono certo. Sta solo dando ad altre persone l’opportunità di farsi le ossa” – ha aggiunto.

Lashley è molto grato a Vince: “Lui è il motivo per cui sono qui oggi. Ho il massimo rispetto per Vince e gli auguro il meglio. Spero di mantenermi in contatto con lui anche dopo il suo ritiro”. All’inizio di quest’anno, Bobby ha subito un infortunio alla spalla che gli ha quasi impedito di competere a WrestleMania 38.

“Mi sono infortunato alla spalla un paio di mesi prima di WrestleMania 38, non riuscivo nemmeno ad alzare il braccio. Ho cercato di resistere in silenzio, non volevo far preoccupare le persone intorno a me. Mi sono preso tre settimane di pausa per recuperare in vista di Mania.

Ho chiamato Vince McMahon e lui mi ha consigliato di operarmi. Quel tipo di intervento mi avrebbe costretto ad uno stop di circa quattro mesi. Gli ho detto che non avevo intenzione di farlo, perché già dopo tre settimane a casa stavo iniziando ad impazzire. Ho iniziato ad allenarmi, a prepararmi, a recuperare e sono tornato in tempo per WrestleMania”.