Vince Russo: "Ecco quando ho capito che AJ Styles era speciale"



by   |  LETTURE 896

Vince Russo: "Ecco quando ho capito che AJ Styles era speciale"

AJ Styles viene unanimemente riconosciuto come uno dei performer più abili dell’era moderna, essendo entrato nel cuore dei fan e avendo fatto la differenza in diverse compagnie. Basti pensare che il 45enne di Jacksonville è l’unico atleta nella storia ad aver conquistato almeno un titolo mondiale in WWE, NWA, NJPW e TNA.

Durante la sua avventura nella federazione di Stamford, si è aggiudicato due volte il WWE Championship, tre volte il titolo degli Stati Uniti, una volta l’Intercontinental Championship e una volta il Raw Tag Team Championship, diventando così il 22° wrestler nella storia ad aver completato il Grand Slam.

Il suo secondo regno da WWE Champion, durato ben 371 giorni, è l’ottavo più lungo nella storia della cintura. Nell’ultima edizione del podcast ‘The Wrestling Outlaws’ su Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha confessato di aver sempre avuto un debole per AJ Styles.

L'aneddoto di Vince Russo

“Vi voglio raccontare una storia che risale a circa 20 anni fa. AJ Styles è di Gainesville, in Georgia. Io e mia moglie siamo andati in chiesa con lui e sua moglie. Non era ancora l’AJ che conosciamo oggi, era un giovane talento che aveva appena iniziato a lavorare.

Styles è passato davanti ad ogni singola persona che c’era in quella chiesa e gli ha stretto la mano. Quando l’ho visto, ho capito subito che si trattava di un uomo speciale. Non ha mai perso la sua umiltà.

Sarebbe stato facile allontanarsi dalle proprie radici dopo aver sfondato nel wrestling, ma lui non l’ha fatto” – ha dichiarato Russo. Qualche giorno fa, Jeff Jarrett ha confidato di essersi accorto subito dell’enorme potenziale del ‘Phenomenal One’: “Quando ero al timone della TNA, non mi ci è voluto molto tempo per capire che AJ Styles, Bobby Roode e Samoa Joe avevano qualcosa in più degli altri.

Nel caso di Styles, si trattava di un vero e proprio talento generazionale. Pur essendo stato baciato da madre natura, AJ ha dovuto lavorare sodo per sfondare in questo business”.