Jim Ross a bocca aperta dopo aver visto SummerSlam



by   |  LETTURE 1132

Jim Ross a bocca aperta dopo aver visto SummerSlam

Sono cambiate tante cose in WWE nelle ultime settimane. Il clamoroso addio di Vince McMahon ha scatenato una reazione a catena, facendo presagire l’inizio di una nuova era per la compagnia di Stamford. Il ruolo di Vince è stato assunto da sua figlia Stephanie e da Nick Khan, mentre Triple H è stato messo a capo del team creativo.

Il 14 volte campione del mondo, operatosi al cuore nel settembre 2021, ha annunciato il suo ritiro dal wrestling lottato poco prima di WrestleMania 38 e ora intende fare la differenza anche nel backstage. Qualche giorno fa è andato in scena SummerSlam, il pay-per-view più importante dell’estate.

L’evento è stato ben accolto dai fan e il main event tra Brock Lesnar e Roman Reigns ha lasciato tutti quanti a bocca aperta (la Bestia ha demolito il ring con un trattore). Abbiamo assistito anche ai grandi ritorni di Bayley, Dakota Kai, IYO SKY (Io Shirai) ed Edge.

L’episodio di Monday Night Raw successivo a SummerSlam ha fatto registrare gli ascolti più alti degli ultimi due anni. All’interno del suo podcast, Jim Ross ha elogiato The Game per come sta svolgendo il suo nuovo lavoro.

Jim Ross elogia The Game

“Ho guardato SummerSlam dall’inizio alla fine e devo ammettere che mi è piaciuto molto. Hanno fatto un ottimo lavoro. L’evento è stato elettrizzante e vanno fatti i complimenti a Triple H per essersi adattato così rapidamente al suo nuovo ruolo” – ha dichiarato JR.

“Lo show ha proposto un ottimo mix tra giovani e veterani, mandando il pubblico in visibilio. I fan hanno assistito ad un weekend davvero memorabile, che si è concluso con l’ultimo match di Ric Flair” – ha aggiunto.

Ross ha parlato anche di Brock Lesnar: “Non dimenticherò mai il primo incontro fra lui e Vince McMahon. Quando l’ha visto, Vince ha cambiato espressione come se avesse visto un fantasma. Fu amore a prima vista.

Eravamo sicuri che Brock sarebbe diventato uno dei più grandi di sempre. Poteva salire sul ring e fare qualsiasi cosa. Diciamo che era il nostro Michael Jordan”.