WWE, Daniel Bryan: "Ho odiato i cori Yes Yes a Wrestlemania 30"



by ROBERTO TRENTA

WWE, Daniel Bryan: "Ho odiato i cori Yes Yes a Wrestlemania 30"

Uno dei momenti più celebri degli ultimi 10 anni di WWE e sicuramente il più grande della carriera di Daniel Bryan sui ring della compagnia dei McMahon, è stato il suo trionfo nel main event di Wrestlemania 30, quando l'ex atleta della federazione di Stamford riuscì nell'impresa di battere Randy Orton e Batista, vincendo le cinture di campione WWE, dopo aver già battuto Triple H nell'opener della serata.

Dopo la fine della streak del Deadman, questa vittoria è stata sicuramente la cosa più amata dai fan della WWE di tutto il mondo, con i grandissimi festeggiamenti del leader dello Yes Movement che sono andati avanti per settimane, per essere diventato uno dei personaggi più over dell'ultimo ventennio della compagnia, solo grazie al suo carisma e alla presa sul pubblico.
A quanto pare, però, la sua situazione fisica non era delle migliori già in quel momento, con il ragazzo che si è poi dovuto ritirare per svariati mesi, per un infrtunio al collo che sembrava poterne compromettere a vita la carriera, come successo con Edge, anche se poi perfino la Rated R Superstar è riuscita a tornare sui ring dei McMahon.

Daniel Bryan e l'odio nei confronti dei cori Yes a Wrestlemania 30

A quanto pare, dopo la sua clamorosa vittoria, Daniel Bryan avrebbe letteralmente odiato i cori "Yes Yes" nei suoi confronti, tanto che l'attuale atleta della AEW, il quale è tornato a farsi chiamare Bryan Danielson, suo vero nome, ha affermato ai microfoni del The Sessions with Renee Paquette a Starrcast V:

"Non ho mai avuto la reazione istintiva di fare i cori Yes!

Li avevo proposti solo come mia iniziativa all'inizio ed erano veramente divertenti e alla fine sono stato forzato a farli. Quell'immagine con loro dietro di me, quella arriva dal main event di Wrestlemania 30 dove avevo due titoli.

Il mio collo era in condizioni veramente brutte e le persone a bordo ring continuavano a dirmi 'Continua coi cori Yes! Continua ad urlare Yes!' Ed io ero lì che dicevo ma che schifo".

Daniel Bryan Wrestlemania