Charlotte Flair esclusa dall'ultimo match del padre: ecco il motivo

Quello andato in scena domenica sera dovrebbe essere stato l’ultimo match di Ric Flair

by Simone Brugnoli
SHARE
Charlotte Flair esclusa dall'ultimo match del padre: ecco il motivo

Quello andato in scena domenica sera dovrebbe essere stato l’ultimo match di Ric Flair. Nel main event della serata, il ‘Nature Boy’ e Andrade hanno affrontato Jay Lethal e Jeff Jarrett in una battaglia senza esclusione di colpi.

Il 16 volte campione del mondo ha sfoderato un’ottima prestazione, anche se non è mancato qualche momento di apprensione. Il 73enne di Memphis ha fatto la storia del wrestling, avendo contribuito a diffondere questo business in ogni angolo del pianeta.

Nel 2012, Ric è diventato il primo wrestler nella storia ad essere inserito per due volte nella WWE Hall of Fame, sia individualmente che come membro dei ‘Four Horsemen’. Molte leggende della WWE erano presenti al suo ultimo match, fra cui The Undertaker, Mick Foley e Bret Hart.

Nessun performer attuale della compagnia è stato inquadrato dalle telecamere.

Charlotte non è stata coinvolta

A destare ulteriore scalpore è stato il mancato coinvolgimento di Charlotte Flair nell’incontro.

Il suo posto è stato presto dall’altra figlia di Ric, Megan. Dave Meltzer, noto corrispondente del Wrestling Observer, ha rivelato che la WWE non consente ai suoi talenti di presenziare ad eventi al di fuori dell’azienda.

In una lunga conversazione su Sportskeeda, l’ex manager della WWE Dutch Mantell ha analizzato nel dettaglio l’ultimo match di Flair: “Non ho guardato l’evento, ma l’organizzazione è stata davvero fantastica.

Hanno dato vita ad una serata memorabile e la collocazione dopo SummerSlam si è rivelata azzeccatissima. Da quello che ho letto, non sono mancate le emozioni e Ric Flair ha ‘salutato’ il pubblico alla sua maniera.

Jeff Jarrett e Jay Lethal hanno fatto un ottimo lavoro, aiutando Ric a brillare. Sono contento che Flair sia riuscito a portare a termine il match senza troppe difficoltà. Tanti fan si sono recati nell’arena per rendere omaggio ad un uomo che – insieme a Vince McMahon, Hulk Hogan e Stone Cold Steve Austin – ha segnato indelebilmente gli anni ’80 e ’90.

Gli faccio tantissimi complimenti. Al tempo stesso, non sono del tutto sicuro che abbia appeso gli stivali al chiodo”.

Charlotte Flair Ric Flair
SHARE