La WWE è in vendita? La possibilità si fa sempre più concreta

Attenzione perché con i recenti cambiamento la WWE potrebbe essere venduta

by Rachele Gagliardi
SHARE
La WWE è in vendita? La possibilità si fa sempre più concreta

Dopo l’addio di Vince McMahon e il recente cambio di dirigenza da parte della compagnia di Stamford, ha iniziato a circolare la voce della possibile vendita della WWE, voce che di tanto in tanto esce fuori.

I nostri colleghi di Wrestling Inc. la riportano come segue:L'aumento nelle azioni lunedi è stato sostenuto dalla società di aggiornamento preliminare dei suoi dati finanziari per il secondo trimestre, che comprende l'aspettativa di un aumento dei ricavi di oltre il 23% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tuttavia, gli investitori stanno anche comprando in WWE con l'aspettativa che la società potrebbe presto essere venduta. MKM Partners analista Eric Handler ha scritto che "non mancano i pretendenti" per la WWE.”

Ma chi comprerebbe la WWE?

Il sito ha continuato spiegando: “In un articolo di Deadline uscito lunedì, l’analista Alan Gould di Loop Capital ha parlato dei potenziali partecipanti per la vendita della WWE. La sua carrellata di possibili pretendenti comprende Comcast, Disney, Amazon, Netflix e Fox.

Come società madre del broadcast partner della WWE NBC Universal, Comcast sembrerebbe essere un acquirente ovvio. Tuttavia, Gould dice che la Comcast può essere riluttante ad assumere l'impegno finanziario a seguito della sua acquisizione di $39 miliardi di Sky. Disney già trasmette la programmazione UFC su alcune delle sue piattaforme di trasmissione, così la WWE potrebbe sembrare un compagno logico per ampliare le offerte di sport di combattimento da ESPN e altri punti vendita. Ma Gould dice che Disney è anche tirato finanziariamente dai recenti accordi per acquisire 20th Century Fox e Hulu.”

Secondo il giornalista inoltre, nonostante l’ambiente difficile per queste trattative e vendite, questa potrebbe davvero essere la prima vera volta in cui la WWE potrebbe essere messa in vendita, citando ulteriormente anche Amazon e Netflix nel discorso. Insomma, nessuna piattaforma di streaming è esclusa, tutte quelle che in questo momento hanno una grossa visibilità tra gli Stati Uniti e il mondo, sono possibili acquirenti.

SHARE