Jim Cornette spara a zero contro Finn Bálor

Finn Bálor è stato il primo detentore del titolo Universale

by Simone Brugnoli
SHARE
Jim Cornette spara a zero contro Finn Bálor

Durante la sua carriera in WWE, Finn Bálor ha conquistato una volta l’Universal Championship (di cui è stato il campione inaugurale) e due volte l’NXT Championship. Ha inoltre vinto due volte il titolo Intercontinentale, una volta lo United States Championship e la prima edizione del Dusty Rhodes Tag Team Classic nel 2015 con Samoa Joe. In un primo momento, Bálor ha supportato AJ Styles e Liv Morgan nella loro faida con il ‘Judgment Day’, ma ad Hell in a Cell i tre sono stati sconfitti dalla stable. La sera successiva, a Monday Night Raw, Finn ha effettuato un clamoroso turn heel e si è unito al Judgment Day, per poi attaccare Edge insieme a Damian Priest e Rhea Ripley. Nelle ultime settimane, Bálor e il suo partner Priest hanno cercato di convincere Dominik Mysterio ad unirsi alla loro fazione. Nonostante i loro sforzi, Dominik non sembra intenzionato a tradire suo padre Rey. All’interno del suo ormai celebre podcast, Jim Cornette ha criticato Finn Bálor per la sua incapacità di interagire con i fan.

Jim Cornette critica Finn Balor

“La WWE sembrava aver puntato su Edge, poi improvvisamente ha virato su Finn Bálor. Hanno scambiato un Hall of Famer, una leggenda di questo business e un fuoriclasse al microfono, con un ragazzo piccolino che non ha la minima personalità. Non mi è sembrata un’idea geniale” – ha analizzato Cornette.

Jim è anche rimasto sbalordito da Pat McAfee: “Bisogna ammettere che è uno dei migliori performer in assoluto in questo momento. Non ci sono tante personalità forti nel wrestling odierno, ma Pat è diverso dagli altri. È un personaggio come si deve, non so se mi spiego. Non interpreta un personaggio, lo ha proprio fatto suo.” Cornette ha parlato anche di Brock Lesnar: “Si sono verificati alcuni imprevisti nelle ultime settimane. Gli infortuni di Cody Rhodes e Randy Orton hanno costretto la WWE a richiamare la Bestia. Avevano già dovuto spostare Money in the Bank da uno stadio ad un’arena e non volevano che la storia si ripetesse per SummerSlam.”

Jim Cornette Finn Bálor
SHARE