WWE: Con l’addio di Vince McMahon potrebbero arrivare diverse Superstar dalla AEW

Attenzione ad alcuni spostamenti tra le compagnie che potrebbero avvenire presto

by Rachele Gagliardi
SHARE
WWE: Con l’addio di Vince McMahon potrebbero arrivare diverse Superstar dalla AEW

In questi ultimi giorni non si fa altro che parlare del pensionamento di Vince McMahon, che però più che un pensionamento sarebbero delle dimissioni, secondo quanto riportato dai colleghi di PWInsider: “Nel deposito di oggi della SEC, è interessante notare che la World Wrestling Entertainment ha descritto l'uscita di Vince McMahon come delle dimissioni, non come pensionamento:

‘Il 22 luglio 2022, Vincent K. McMahon ha informato la Società e il suo Consiglio di Amministrazione (il "Consiglio") delle sue dimissioni dalle sue funzioni di Amministratore Delegato, Presidente e Direttore della Società, con effetto immediato.”

Questo cambiamento ovviamente ha scosso il mondo del professional wrestling dato che lo storico Chairman della WWE è stata una di quelle persone che ha saputo rivoluzionare questo ambiente, nonostante tutti gli scandali che lo hanno coinvolto.

Se Vince non c’è, qualcuno forse arriverà

Secondo quanto riportato dal giornalista Wade Keller del PWTorch, che ha parlato anche di un possibile nuovo ruolo backstage per Paul Heyman data la situazione, ha rivelato che alcune stars della All Elite Wrestling sarebbero interessate ad approdare in WWE ora che Vince non c’è più. Parliamo di talenti che hanno il contratto in scadenza a breve e che quindi potrebbero considerare di cambiare aria e proiettarsi direttamente tra le braccia della nuova dirigenza della compagnia di Stamford.

Anche Dave Melzter del Wrestling Observer ha detto che Triple H, che ora si occupa dei talenti e del reparto creativo nella compagnia, potrebbe “ovviamente” decidere di far firmare qualche contratto a diversi wrestler che sono fuori dalla WWE, forse anche con l'appoggio di ex Superstars che hanno lavorato con lui e lo ammirano (Adam Cole, Samoa Joe ecc...).

Già dai tempi del ritorno di Cody Rhodes a Wrestlemania 38, si parlava di un possibile esempio da seguire per i suoi colleghi, che potrebbero essersi sbloccati e convinti a passare anche alla concorrenza, mentre prima magari c’era più incertezza. La mossa di Cody alla fine è stato un messaggio fortissimo dato che il wrestler è uno dei fondatori della AEW.

Vince Mcmahon
SHARE