Mr Kennedy parla dell'origine del suo nome

Mr Kennedy ha parlato di Eddie Guerrero e anche di Paul Heyman oltre che dell'origine del suo ringname

by Andrea Scozzafava
SHARE
Mr Kennedy parla dell'origine del suo nome

Ken Anderson, noto in WWE anche come Mr Kennedy, è apparso di recente a INSIGHT con Chris Van Vliet per parlare di vari temi, tra questi il suo nome Mr Kennedy e il fatto di essere stato uno dei primi Paul Heyman guy.

Mr Kennedy svela l'origine del suo nome

Sull'essere uno dei primi ragazzi di Paul Heyman: "E' stato fantastico. A volte, quando stai cercando di imparare e stai cercando di arrivare al livello successivo, la cosa peggiore è non sentire nulla, non sentire alcun feedback, dev'esserci qualcosa che si può fare di meglio e non può andare tutto bene. Paul Heyman è venuto il primo giorno per fare TV alla OVW. Mi ha trascinato in ufficio e ha detto: 'Sei il mio prossimo ragazzo fuori di qui'. Ha detto letteralmente quelle parole. Mi disse che era un mio fan".

Sull'origine del nome Mr. Kennedy: “Mi sento come se Vince avesse ottenuto qualcosa dal mio nome. Perché è stato Paul a suggerirlo in primo luogo. Perché ho chiamato Paul e gli ho detto 'Ehi, vogliono che cambi il mio nome sai. Cosa ne pensi gli chiesi' E lui diceva "Sai, devi scegliere qualcosa che è vicino e caro al tuo cuore'. Ero Kamikaze Ken quando ho iniziato nelle indie e avevo questa K in mente. Io volevo qualcosa con la K e lui diceva 'Kennedy è il suo secondo nome'. E poi mi ricordo quando eravamo in una stanza che ho detto che si sono fermati per un minuto. Vince mi diceva 'Oh, non credo che ci sia mai stato un Kennedy in WWE. Se ti piace lo facciamo'. Così è stato. Quella è stata la settimana in cui l'ho fatto su SmackDown. Quindi le prime due settimane che sono stato lì in TV ero Ken Anderson".

Sull'essere stato l'ultimo avversario di Eddie Guerrero: “Ricordo che all'inizio mi disse di calmarmi. Abbiamo fatto gran wrestling. Ricordo che stavo correndo per raggiungere rapidamente le corde. E ricordo che mi diceva tipo, calmati, non devi andare così in fretta lì. Colpiscimi con questo'. E io ero tipo 'Ok, ti ​​colpirò con questo.' E poi l'ho colpito. C'erano all'epoca Raw e Smackdown ma anche l'ECW. Non sono sicuro che però fosse ancora in circolazione in quel momento la ECW. il tizio che parcheggiava le macchine e che aiutava a parcheggiare tutti i veicoli mi ha detto che era come se Eddie fosse morto. E sono entrato nell'edificio. Ed era proprio vera quella sensazione pazza e malata che tutti avevano tutto il giorno. Tutti erano super tristi. È stato un giorno incredibile".

Paul Heyman
SHARE