Un'ex star WWE distrugge Batista

Batista si è esibito in WWE tra il 2002 e il 2010

by Simone Brugnoli
SHARE
Un'ex star WWE distrugge Batista

Batista si è esibito in WWE tra il 2002 e il 2010, per poi concedersi qualche ulteriore apparizione nel 2014 e nel 2019. Dave è un sei volte campione del mondo, avendo conquistato quattro volte il titolo dei pesi massimi e due volte il WWE Championship.

Il suo primo regno da World Heavyweight Champion, durato ben 282 giorni, è il più lungo nella storia della cintura. Come se non bastasse, si è aggiudicato tre volte il World Tag Team Championship e una volta il WWE Tag Team Championship, oltre ad aver vinto due edizioni diverse della Royal Rumble.

La sua carriera nel wrestling è terminata ufficialmente a WrestleMania 35, dopo essere stato sconfitto dal suo vecchio amico e rivale Triple H in un No-Holds Barred match. Nell’ultima edizione del podcast ‘Cafe de Rene’, l’ex tag team Champion Rene Dupree ha pesantemente criticato ‘The Animal’.

Dupree ha lottato nel main roster tra il 2003 e il 2007; in quegli anni, Batista si è trasformato da un talento alle prime armi in un main eventer di WrestleMania.

Batista si è esibito in WWE tra il 2002 e il 2010

“Batista era più grosso fisicamente rispetto a Triple H, ma non ha mai avuto una buona etica del lavoro” – ha esordito Dupree.

“Non si è mai impegnato come avrebbe dovuto e il suo stile di wrestling era terribile. Non aveva né grazia né tempismo. Confesso di non aver mai visto nessuno dei suoi film. Mi auguro che come attore sia migliore che come wrestler, altrimenti significa che quei film sono una m***a” – ha rincarato la dose Rene.

Qualche giorno fa, Buddy Lee Parker ha rivelato perché Dave è stato scartato dalla WCW alla fine degli anni ’90: “È vero che ha fatto un provino nel lontano 1999. Io sono stato un po’ brusco nei suoi confronti, perché sapevo che la WCW non aveva intenzione di prenderlo.

Già all’epoca avevo intuito che si sarebbe trovato meglio in WWE. Analizzando lo sviluppo della sua carriera, ritengo che sia stata la cosa migliore che gli sia successa”.

Batista
SHARE