Scoppia il caso in WWE: il roster femminile scontento del lavoro del Chairman

Dopo averlo visto alle prese con il suo scandalo extraconiugale, Vince McMahon si deve adesso difendere dalle donne del suo roster

by Roberto Trenta
SHARE
Scoppia il caso in WWE: il roster femminile scontento del lavoro del Chairman

Come abbiamo già riportato nelle scorse settimane, c'è stato un gradissimo scandalo che ha colpito Vince McMahon nell'ultimo periodo. Il Chairman della WWE, sarebbe infatti stato accusato da alcuni membri del consiglio direttivo della compagnia, di aver avuto una relazione extraconiugale con uno dei legali della compagnia e poi di aver cercato il silenzio della donna e di altre persone coinvolte con il pagamento di oltre 3 milioni di dollari.

Nonostante il pagamento sia stato fatto con i soldi personali del Chairman e non con quelli della compagnia, aleggia ancora un brutto nuvolone nero sulla testa di Vince McMahon, ingigantito ancora di più da diverse altre accuse arrivate negli ultimissimi giorni, di altre presunte relazioni nascoste, con un altro grande personaggio della WWE che rischia molto adesso e cioè John Laurinaitis, il quale sembra essersi macchiato del reato di "favoreggiamento" all'amore esploso nei backstage della compagnia di famiglia dei McMahon.

Nelle ultime settimane, Vince McMahon ha fatto un passo indietro, lasciando il posto di Chairman alla figlia Stephanie, mentre invece Laurinaitis è stato sostituito da Bruce Prichard in WWE.

Il roster femminile scontento con il Chairman per la loro direzione creativa

A quanto pare, nelle ultime ore sarebbe emerso un certo malumore da parte del roster femminile della WWE, visto che il Chairman aveva promesso diversi grandi spot a diverse atlete della compagnia e poi non avrebbe mantenuto le sue promesse, come accaduto spesso negli ultimi anni.
A riportare tale situazione, ci ha pensato il noto sito Fightful, con il suo podcast, il Fightful Select, nella quale i suoi giornalisti hanno evidenziato un grandissimo rancore da parte di molte atlete del main roster, nei confronti del Chairman e della divisione creativa, rei di aver lasciato andare molte occasioni importanti per diverse wrestler.

Tra le tante escluse da grandi piani e grandi faide promesse loro, ci sono state negli ultimi mesi anche importanti nomi come quelli di Asuka, Lacey Evans, Charlotte Flair o Ronda Rousey, senza entrare anche nel dettaglio di Sasha Banks e Naomi, allontanatesi volontariamente dalla WWE proprio per colpa di questi piani mai arrivati.
A quanto pare, nonostante tali nomi siano stati anche diverse volte campionesse mondiali, sembra che quello che ha fatto scatenare principalmente il malumore delle atlete, sia il fatto che molti in seno alla WWE promettono match e faide e grandi spot che poi non arrivano mai, con dei push che vengono promessi e poi vengono invece scartati, con il roster femminile che si sente così sempre decisamente un po' più inferiore rispetto a quello maschile.

Vince Mcmahon
SHARE