Cody Rhodes: "I medici non mi danno una tabella di marcia per il mio infortunio"

Dopo essersi strappato un muscolo durante un allenamento, il figlio dell'American Dream parla della sua situazione e del silenzio dei medici nei suoi confronti

by Roberto Trenta
SHARE
Cody Rhodes: "I medici non mi danno una tabella di marcia per il mio infortunio"

L'ultimo match avvenuto in un pay-per-view targato WWE per lui, ovvero Hell in A Cell, il quale ha fatto molto discutere in seno alla compagnia e tra tutti i fan della principale federazione di wrestling al mondo è stato quello che ha visto Cody Rhodes riuscire a vincere (per l'ennesima volta) lo scontro con Seth Rollins, con i i due che hanno dato vita ad uno dei match dell'anno della federazione.

Ciò che ha fatto più scalpore riguarda però il figlio d'arte: l'ex AEW ha disputato il match nonostante la lacerazione o meglio uno strappo netto del muscolo pettorale, un infortunio avuto in allenamento prima del match, anche abbastanza evidente.

Nonostante ciò Rhodes ha dato vita, insieme a The Visionary, ad un gran match. Il giorno dopo il match i due si sono nuovamente visti a Monday Night Raw: Rollins inizialmente ha detto di rispettare Cody e solo poi ha attaccato senza pietà il suo avversario, lasciandolo sofferente a terra dopo averlo colpito più volte con un martello da fabbro.

Attraverso un comunicato, la WWE ha annunciato che Cody Rhodes resterà fermo per ben nove mesi, dopo aver subito un'importante operazione chirurgica per sistemare la sua lacerazione ed il wrestler salterà quindi diversi importanti eventi della compagnia, tra cui in primis Money in the Bank, nella quale Cody sembrava uno dei favoriti.

Cody Rhodes non sa quando rientrerà sui ring WWE

Nella sua ultima intervista, il noto wrestler tornato in attività in WWE dopo aver passato anni sul quadrato della rivale AEW, ha voluto rivelare come i medici della federazione non gli abbiano dato una tabella di marcia in merito alla sua ripresa dall'infortunio, il che è di solito una prassi per tutti i suoi colleghi.

Ai microfoni di Busted Open Radio, Rhodes ha infatti rivelato:

"I miei dottori non mi danno una tabella di marcia o una data indicativa di rientro perché hanno paura che facendolo, io cercherò di velocizzare tale tabella, saltando e anticipando magari di un mese o addirittura due la ripresa.

Ho avuto già una grandissima emorraggia durante l'operazione, c'era così tanto sangue". In pratica, conoscendo il carattere del ragazzo, lo staff medico della WWE ha voluto prendere le cose con calma e non stipulare proprio una data di rientro fattibile, perché altrimenti l'ex Intercontinental Champion dei McMahon, avrebbe fatto di tutto per rientrare prima, magari a scapito della sua salute fisica.

Cody Rhodes
SHARE