Alexa Bliss non si aspettava di essere chiamata nel main roster



by   |  LETTURE 588

Alexa Bliss non si aspettava di essere chiamata nel main roster

Alexa Bliss non sembrava esattamente una predestinata quando ha messo piede a NXT. Pur non avendo ottenuto molto durante la sua esperienza nel marchio ‘Black and Gold’, la 30enne di Columbus è letteralmente esplosa una volta approdata nel main roster.

Alexa ha infatti conquistato tre volte il Raw Women’s Championship, due volte lo SmackDown Women’s Championship e due volte il Women’s Tag Team Championship insieme a Nikki Cross. Ha inoltre vinto l’edizione 2018 del Money in the Bank Ladder match ed è diventata la seconda Triple Crown.

Dopo che il suo partner Bray Wyatt è stato rilasciato dalla WWE, la Bliss ha faticato a trovare una nuova dimensione e alcuni esperti le hanno consigliato di lasciare la federazione di Stamford. Alexa è stata assente per quasi due mesi, prima di fare il suo ritorno nella puntata di Raw del 9 maggio 2022.

Nel corso di una lunga intervista a ‘BT Sport’, la Bliss ha ricordato il draft del 2016 (che ha propiziato il suo esordio nel roster principale).

Alexa Bliss ha sorpreso tutti

“È stato sicuramente un momento speciale, perché non pensavo che sarei stata draftata.

Ero convinta che non fosse ancora giunto il mio momento” – ha raccontato Alexa. “Militavo a NXT da tre anni e – ripensandoci oggi – quasi tutti i ragazzi e le ragazze con cui avevo iniziato ad allenarmi erano già stati chiamati nel main roster.

Avevo paura e credevo che non sarebbe mai arrivato il mio turno. Ricordo di aver mandato subito un messaggio a mia madre” – ha aggiunto. La Bliss ha poi commentato la sua decisione di allontanarsi dalla WWE tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022: “A volte devi allontanarti dalla tua comfort zone.

Ero letteralmente allo stremo delle forze dopo Extreme Rules, facevo fatica persino a dormire. Ero talmente consumata dal mio lavoro che era necessaria una pausa. Anche se alcuni non hanno capito la mia scelta, sono felice di essermi allontanata per un po’.

In quel lasso di tempo, ho potuto ricaricare le batterie e organizzare il mio matrimonio senza sentirmi sopraffatta da fattori esterni. Ne avevo bisogno”.