The Undertaker non chiude le porte ad un suo ritorno sul ring



by   |  LETTURE 1273

The Undertaker non chiude le porte ad un suo ritorno sul ring

The Undertaker ha fatto la storia di questo business, avendo contribuito in prima persona a diffondere il prodotto WWE in ogni angolo del pianeta. Poco più di due anni fa, il Becchino ha affrontato AJ Styles in un ‘Boneyard Match’ a WrestleMania 36.

L’incontro è stato allestito nel giro di pochi mesi, ma ha comunque regalato grande spettacolo. La loro faida è iniziata dopo la vittoria ottenuta dal ‘Phenom’ su AJ per il ‘Tuwaiq Mountain Trophy’.

Successivamente, Taker è intervenuto durante il match di Styles contro Aleister Black ad Elimination Chamber. I due volevano esibirsi allo ‘Showcase of the Immortals’ davanti al pubblico delle grandi occasioni, ma lo scoppio della pandemia ha stravolto le carte in tavola.

La WWE è stata costretta ad ospitare l’evento più importante dell’anno a porte chiuse, mentre Styles e Undertaker hanno dato vita ad un match cinematografico che ha entusiasmato i fan da casa. Poco prima di WrestleMania 38, Taker è stato inserito con pieno merito nella WWE Hall of Fame da Vince McMahon in persona.

Taker non si sbilancia

Nel corso di una recente intervista a ‘Bleacher Report’, The Undertaker ha parlato di un suo possibile ritorno sul ring in futuro: “Durante la cerimonia della Hall of Fame, ho pronunciato la frase: ‘Mai dire mai’.

Che cosa intendevo dire? Semplicemente che ho portato a termine la mia missione e che non so cosa farò nei prossimi anni. Non ho in programma di salire sul ring in futuro, ma in WWE le sorprese sono sempre dietro l’angolo”.

Taker ha ricevuto anche qualche critica per il suo discorso: “Ho fatto un discorso sincero, in cui ho detto tutto ciò che desideravo dire. Sono consapevole di non aver citato tutti gli atleti che sono stati importanti per la mia carriera, ma non era possibile per ragioni di tempo.

Ho deciso di soffermarmi soprattutto su Shawn Michaels e Triple H. Alcune persone mi hanno criticato perché non ho menzionato Mick Foley, ma ho parlato di lui tantissime volte in questi anni. Lo adoro, dico sul serio”.