Kane aveva qualche difficoltà a lottare contro The Undertaker

The Undertaker rientra sicuramente nella lista dei più grandi wrestler di ogni epoca

by Simone Brugnoli
SHARE
Kane aveva qualche difficoltà a lottare contro The Undertaker

The Undertaker rientra sicuramente nella lista dei più grandi wrestler di ogni epoca. Il Becchino ha trascorso circa 30 anni in WWE, contribuendo a diffondere il prodotto in ogni angolo del pianeta. La sua iconica gimmick gli ha permesso di trascendere questo business, generando tentativi di emulazione in diversi settori.

Oltre ad essere un sette volte campione del mondo, il Deadman è primatista per numero di vittorie negli eventi in pay-per-view organizzati dalla WWE. Si è inoltre aggiudicato l’edizione 2007 del Royal Rumble match, diventando il primo wrestler nella storia a vincere la rissa reale entrando come ultimo partecipante.

Poco prima di WrestleMania 38, il ‘Phenom’ è stato inserito con pieno merito nella WWE Hall of Fame da Vince McMahon in persona. Nell’ultima edizione di ‘The Bam Show’, Kane ha rivelato che non è sempre stato facile lavorare con Taker.

L’ultima apparizione sul ring dei ‘Brothers of Destruction’ risale a Crown Jewel nel 2018. I due sono stati sconfitti da Triple H e Shawn Michaels al termine di un match pesantemente condizionato dall’infortunio ai muscoli pettorali subito da The Game.

Kane e Taker hanno fatto la storia

“Io e The Undertaker eravamo due facce della stessa medaglia, non so se mi spiego. È come se fossimo due versioni dello stesso personaggio, quindi non è sempre stato facile organizzare i match contro di lui” – ha spiegato Kane.

“Un gigante come me si trovava meglio con atleti più piccoli, in modo che ci fosse un contrasto di stili. Mi è sempre piaciuto tantissimo lavorare con Shawn Michaels, giusto per citare un esempio. Quelle fra me e Taker erano battaglie tra titani, ma la gente si stufava dopo un po’” – ha aggiunto.

‘The Big Red Monster’ non ha intenzione di tornare a lottare: “In questa fase della mia vita, non mi sento a mio agio sul ring. Si tratta di un lavoro molto complicato e il mio fisico non è più quello di una volta. Non sarei più in grado di incassare certi colpi. Devo ammettere che ho paura delle conseguenze”.

The Undertaker
SHARE