Cody Rhodes: "Vi spiego perché interpretavo Stardust"



by   |  LETTURE 1643

Cody Rhodes: "Vi spiego perché interpretavo Stardust"

Cody Rhodes ha deciso di tornare in WWE quest’anno lasciando a bocca aperta sia i fan che gli addetti ai lavori. Fin dalla sua prima apparizione a WrestleMania 38, è risultato chiaro a tutti quanto ‘The American Nightmare’ fosse maturato dentro e fuori dal ring.

L’ex stella della AEW ha ribadito di essere uno dei migliori performer in circolazione e ha espresso il desiderio di diventare campione del mondo nel futuro prossimo. Cody si è infortunato ai muscoli pettorali poco prima di Hell in a Cell, ma ciò non gli ha impedito di salire sul ring e di regalare spettacolo contro Seth Rollins.

Secondo le ultime indiscrezioni, Rhodes dovrà restare ai box per diversi mesi (anche se sta facendo tutto il possibile per bruciare le tappe). Ospite nell’ultima edizione di ‘WWE Grit & Glory’, il 37enne di Marietta ha ricordato il periodo in cui interpretava ‘Stardust’.

Quest’ultimo ha debuttato nell’episodio di Raw del 16 giugno 2014 iniziando a collaborare con Goldust. I due si sono aggiudicati i WWE Tag Team Championships a ‘Night of Champions’, ma la loro alleanza ha avuto vita breve e Rhodes ha lasciato la compagnia nel 2016.

Cody Rhodes ha un talento fuori dal comune

“Il personaggio di Stardust mi serviva per coprire il dolore legato alla morte di mio padre” – ha rivelato Cody. “Era il 2015 e Dusty era appena venuto a mancare.

Volevo soltanto nascondermi e coprirmi dal resto del mondo in quel momento. Non ero pronto per essere Cody Rhodes, forse non ero pronto per essere nessuno” – ha aggiunto. Secondo l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo, Rhodes non è in grado di attirare il grande pubblico: “Dal punto di vista degli affari, non c’è dubbio che il ritorno di Cody in WWE sia stato un successo.

Lui stesso ha guadagnato un sacco di soldi in più. Credo che abbia fatto molto bene per se stesso. Allo stesso tempo, non penso che Cody sia in grado di attirare le masse. Lo adorano soprattutto i fan del wrestling hardcore, ma non è quel tipo di ragazzo capace di attirare un pubblico di massa”.