Dutch Mantell: "Ecco cosa aveva in serbo la WWE per Randy Orton"



by   |  LETTURE 858

Dutch Mantell: "Ecco cosa aveva in serbo la WWE per Randy Orton"

Randy Orton è ancora sulla cresta dell’onda, essendo stato in grado di rinnovare il suo personaggio e di zittire i critici. La strana e bizzarra alleanza con Riddle ha fatto bene alla sua carriera, visto che ha permesso al WWE Universe di scoprire un lato diverso del suo carattere.

Oltre ad essere un 14 volte campione del mondo, la ‘Vipera’ ha conquistato due volte il Raw Tag Team Championship e una volta ciascuno il titolo Intercontinentale, lo United States Championship, il World Tag Team Championship e lo SmackDown Tag Team Championship, diventando il decimo wrestler nella storia ad aver completato il Grand Slam.

Ha inoltre vinto il Royal Rumble match in due occasioni e l’edizione 2013 del Money in the Bank. Il ‘Legend Killer’ stava tornando in auge anche in singolo, prima che un infortunio alla schiena lo mettesse fuori gioco.

Secondo le ultime indiscrezioni, il dolore è peggiorato progressivamente e potrebbe essere necessaria l’operazione. In tal caso, Orton dovrebbe restare fuori per tutto il resto del 2022. Nell’ultima edizione di ‘Smack Talk’ su Sportskeeda, Dutch Mantell ha affermato che la WWE aveva in serbo grandissimi piani per Randy.

Randy Orton è ancora sulla cresta dell’onda

“Se Randy Orton non si fosse infortunato, la WWE lo avrebbe spinto molto in alto” – ha esordito Mantell. “Orton sarebbe stato certamente protagonista nei prossimi mesi, fino a diventare il grande avversario di Roman Reigns.

Il suo infortunio ha obbligato la compagnia ad agire in maniera diversa e a far tornare Brock Lesnar” – ha aggiunto. All’interno del suo ormai celebre podcast, il due volte WWE Hall of Famer Booker T ha parlato a lungo di Randy: “La gente adora questa versione di Orton, ma sarebbe felicissima di rivederlo in singolo prima che si ritiri.

Quest’esperienza con Riddle gli ha fatto davvero molto bene, ha lavorato in maniera eccellente nell’ultimo anno. Il Legend Killer è in perfetta forma e non avrebbe alcuna difficoltà a misurarsi con atleti più giovani. Spero davvero che la WWE lo rimetta nel suo habitat naturale”.