Tony Khan: “Sono stato un buon Samaritano con la WWE”

Il CEO della AEW parla della collaborazione in occasione dei 20 anni di carriera di John Cena a Raw

by Rachele Gagliardi
SHARE
Tony Khan: “Sono stato un buon Samaritano con la WWE”

Come ormai sappiamo, durante l’ultima puntata di Monday Night Raw andata in onda lunedì sera, puntata per celebrare i 20 anni di carriera di John Cena in WWE, molte Superstars del passato hanno voluto omaggiarlo con alcuni filmati da casa. Tra i tanti volti WWE abbiamo visto Kurt Angle, Trish Stratus, Triple H e così via. La cosa particolare però è che sono apparse in questo modo anche tre stelle che in questo momento sono sotto contratto con la All Elite Wrestling, ovvero Bryan Danielson, Paul Wight (Big Show) e Chris Jericho.

Ovviamente questa cosa ha stupito molto il WWE Universe, dato che sembra davvero strano vedere dei wrestler della compagnia praticamente rivale fare questa cosa e il sito Fightful aveva spiegato che le due parti avevano trovato un accordo appositamente per questa occasione speciale, grazie all’approvazione di Tony Khan.

Per una buona causa si fa tutto

Intervistato nel Battleground podcast, Tony Khan, CEO della All Elite Wrestling, ha così spiegato la situazione: "Quando la gente chiede un favore ragionevole, io sono un buon Samaritano. Non c'è motivo per cui tu non possa aiutare la gente. In questo caso, questo è solo cercare di essere un buon samaritano e fare la cosa giusta per aiutare se pensi che sia una buona causa. 

In questo caso, lo show per il ventesimo anniversario di John Cena, penso sia fantastico. Sembrava uno show di classe e la WWE mi ha contattato personalmente e mi ha chiesto se avremmo inviato video da alcune delle migliori star. Mi hanno chiesto dei video di Chris Jericho, Paul Wight, Bryan Danielson e Mark Henry. Non sono sicuro che Mark Henry sia andato in onda, ma sono sicuro che avevano un sacco di video grandiosi e ho capito perché lo volevano. 

Hanno mostrato Paul Wight, Bryan Danielson, e Chris Jericho. Ho pensato che quelli fossero lottatori fantastici da chiedere e non ho avuto problemi con esso. Ho anche lasciato la libertà a quei lottatori nel caso in cui avessero voluto farlo. Ho rigirato la richiesta al nostro capo delle Risorse Umane e lei ha comunicato a loro la richiesta chiedendo se avessero voluto farlo, va bene per noi, ma sta a loro [decidere]. 

È così che è successo. Sulla base di quello che era, l’anniversario di John Cena, anche se WWE e AEW sono competitivi, è un buon momento per essere nel mondo del wrestling ed essere una di queste due compagnie televisive nazionali. Ci sono un sacco di cose importanti che accadono nel wrestling e non c'è motivo per cui non possiamo essere tutti persone decenti allo stesso tempo.”

Tony Khan John Cena Raw
SHARE