Ronda Rousey: "Ecco quando ho capito che avrei lasciato le MMA"



by ROBERTO TRENTA

Ronda Rousey: "Ecco quando ho capito che avrei lasciato le MMA"

Negli ultimi anni, una delle protagoniste femminili dei ring della WWE che è più cresciuta davanti ai teleschermi della federazione è indubbiamente Ronda Rousey, attuale campionessa di Friday Night Smackdown, la quale è in faida con Natalya, amica canadese da diversi anni, che la supportava anche prima che arrivasse in WWE.

L'amore per il pro-wrestling di Ronda è ormai una cosa risaputa da anni, tanto che la Baddest Woman on the Planet aveva fatto alcune apparizioni sui ring della WWE quando ancora era un'atleta di MMA e lavorava per la UFC di Dana White, ma nel mentre strizzava già l'occhio al mondo della disciplina del pro-wrestling, che alla fine l'ha accolta a braccia aperte, dopo solo qualche anno.
Nell'ultimo periodo, però, soprattutto nel frangente in cui la Rousey è stata a casa, per la sua prima gravidanza, la ragazza è riuscita a tirarsi addosso l'ira di diversi addetti ai lavori e di diversi fan, attaccando il mondo del wrestling ed insultando alcune caratteristiche molto importanti del mondo della disciplina, come ad esempio le storyline o la parte prestabilita dei match.

Ronda Rousey rivela il perché ha deciso di lasciare le MMA

Nel suo ultimo intervento ai microfoni di Daniel Cormier, Hall of Famer dell UFC, compagnia nella quale lavorava la Rousey fino a qualche anno fa e dove ha conosciuto la fama internazionale, Ronda ha voluto raccontare il motivo che l'ha spinta a lasciare definitivamente il mondo delle MMA e quello del judo, dicendo:

"Penso sia stata molto difficile lasciare entrambi, sia il judo che le MMA, perché tutti gli altri si aspettavano ancora molto da me.

Tipo, nel judo, ho iniziato a metà dei miei 20 anni. A 21 ho preso la prima medaglia e così fino ai 25 per le prossime Olimpiadi. Tutti quanti erano lì a dirmi 'Oh, è così! Tu sarai la prima Americana donna a vincere una medaglia d'oro olimpica!' Ed io non volevo più, non potevo continuare a farlo per gli altri.

E credo sia stato lo stesso sbaglio che ho commesso nelle MMA, sono arrivata al punto che non volevo più nulla, perché continuavo a farlo solo per tutti gli altri".

Ronda Rousey Smackdown Ufc