Mark Madden boccia il ritorno sul ring di Ric Flair

Ric Flair viene unanimemente riconosciuto come uno dei migliori wrestler di tutti i tempi

by Simone Brugnoli
SHARE
Mark Madden boccia il ritorno sul ring di Ric Flair

Ric Flair viene unanimemente riconosciuto come uno dei migliori wrestler di tutti i tempi. Oltre ad essere un 16 volte campione del mondo, il ‘Nature Boy’ è stato in grado di completare la Triple Crown sia in WWE che in WCW.

Nel 2012 è diventato il primo atleta nella storia ad essere inserito per due volte nella WWE Hall of Fame, sia individualmente che come membro dei ‘Four Horsemen’. All’età di 73 anni, Flair ha deciso di rimettersi nuovamente in gioco e di tornare sul ring il 31 luglio a Nashville.

La clamorosa scelta di Ric ha diviso l’opinione pubblica: alcuni non vedono l’ora di ammirarlo sul quadrato, mentre altri ritengono che non sia una buona idea viste le sue condizioni di salute. Nell’ultima edizione del podcast ‘Keepin’ It 100’, Mark Madden è stato brutalmente onesto quando gli è stato chiesto di commentare la decisione di Ric Flair.

Mark Madden non fa prigionieri

“Penso che sia un’idea terribile” – ha esordito Mark Madden con grande schiettezza. “Non ci vuole un genio per capire che non è saggio mettere sul ring un uomo di 73 anni con un pacemaker, che era in coma soltanto quattro anni fa.

È stupido rischiare così tanto per un inutile match di wrestling. La cosa bella è che alcune persone la ritengono una buona idea. Non so davvero cosa abbiano nel cervello” – ha rincarato la dose.

Gli ha fatto eco Gerald Brisco: “I miei pensieri e le mie preghiere sono per Ric Flair in questo momento. Ha avuto moltissimi problemi di salute negli ultimi anni e ha un dannato pacemaker. Sono davvero preoccupato. So che ha parlato con una serie di dottori e che loro lo hanno rassicurato, ma a me non sembra una scelta saggia.

Potrebbe morire su quel ring. Mi auguro soltanto che vada tutto per il meglio. Allo stesso tempo, Ric è in grado di intendere e di volere. Avrà parlato con i suoi cari e avrà dedotto che il gioco vale la candela. Non posso che augurargli buona fortuna”.

Ric Flair
SHARE