La polizia venne chiamata per un tentato omicidio con un match in WWE



by   |  LETTURE 3024

La polizia venne chiamata per un tentato omicidio con un match in WWE

Durante il periodo di maggiore chiusura della pandemia mondiale, quando la WWE non aveva la possibilità nemmeno di ammetere il proprio pubblico all'interno dei palazzetti e delle arene nella quale mandava in scena i propri atleti, sono stati mandati in onda diversi match molto particolari, che sono stati definiti dalla WWE "match cinematografici"

In questi match, vedi il Firefly Fun House match di The Fiend e John Cena a Wrestlemania o il Boneyard match che ha concluso la carriera da atleta di The Undertaker, c'erano parecchi stacchi di telecamere e tutte le scene erano ovviamente state registrate in precedenza e poi montate e tagliate dal personale addetto della regia, che ne aveva confezionato veramente un vero e proprio film.
Durante quel periodo, la WWE ha voluto mandare in scena anche il Money in the Bank Ladder match allo stesso modo, con i lottatori inseriti nel famoso match con le scale, che si sono trasferiti per una giornata alle Titan Towers del quartier generale WWE a Stamford, per registrare il match e proprio lì sarebbe accaduto il "fattaccio"

Baron Corbin accusato di omicidio nei confronti di Rey Mysterio

Se ricordate bene il Money in the Bank maschile della WWE di quell'anno, ad un certo punto della contesa, Baron Corbin ha lanciato via dalla scala e dal ring Rey Mysterio, con l'atleta che sembrava essere finito di sotto da una delle torri della WWE, con molti fan del WWE Universe da casa che si sono spaventati e parecchio per il volo del folletto di San Diego, che era però orchestrato dalla WWE e ovviamente sicurissimo.

Qualcuno si è però talmente spaventato da aver chiamato la polizia, denunciando un omicidio, con Baron Corbin che secondo tale persona avrebbe ucciso o comunque tentato di farlo, il messicano della WWE. A rivelare questa incredibile telefonata, ci ha pensato lo stesso Corbin ai microfoni del Mornings with Matt and Bob, alla quale il wrestler WWE ha poi anche aggiunto:

"Mi dicevo nella mia testa, 'Bene, se Rey è uno dei più grandi di tutti i tempi, vediamo se riesce anche a volare' "

Ovviamente il tutto è finito con una grassa risata sia per il personale addetto della WWE che per la polizia, che una volta capito cosa fosse successo ha tranquillizzato chi li ha chiamati, facendo finta di nulla.