Addetto ai lavori sul caso McMahon: "Adesso la cultura WWE è sotto il microscopio"

Dopo lo scandalo extraconiugale del Chairman WWE, anche uno dei cronisti della compagnia dice la sua

by Roberto Trenta
SHARE
Addetto ai lavori sul caso McMahon: "Adesso la cultura WWE è sotto il microscopio"

Solo qualche giorno fa vi abbiamo riportato come il Chairman WWE sia stato letteralmente investito da uno scandalo assurdo, con il proprietario della compagnia di pro-wrestling più importante del mondo, che sarebbe stato accusato di aver pagato con ben tre milioni di euro, il silenzio di una dipendente, dopo averci allacciato un rapporto extraconiugale, all'oscuro della moglie Linda McMahon.

Secondo il Wall Street Journal, il Chairman WWE avrebbe avuto questo rapporto consenziente con una donna che lavorava per lui e per non far sì che uscissero notizie che potessero distruggere il suo matrimonio e per non entrare in un tunnel di imbarazzi e pessime figure, Vince avrebbe pagato con ben tre milioni di dollari il silenzio della donna, facendole firmare anche un accordo di riservatezza.
Dopo l'emersione online e sui giornali di questo scandalo, Vince si sarebbe fatto da parte, auto-sospendendosi dal suo ruolo di Chairman e lasciando spazio alla figlia Stephanie, la quale si era fatta da parte nelle ultime settimane per dei problemi familiari.

Jimmy Smith dice la sua sullo scandalo McMahon in WWE

A darci una versione di ciò che accadrà nelle prossime settimane in WWE, ci ha pensato anche uno degli addetti ai lavori della compagnia, Jimmy Smith, il cronista della federazione che si è aggiunto al tavolo di commento di Raw solo qualche mese fa, con le sue parole ai microfoni de Unlocking The Cage, che sono state le seguenti:

"Quello su cui stanno investigando e su cui investigheranno per i prossimi mesi è la cultura e la comunicazione tra le persone che sono sedute vicine a Vince McMahon.

Questo è quello a cui andranno a vedere. Perché? E' una cultura difficile da nascondere. Puoi nascondere un'azione. Puoi fare qualcosa se compi uno sbaglio e fai ammenda per quello sbaglio e tutte queste cose, questo lo puoi fare.

Il tutto sta in come comunicano nel backstage, dietro le scene. Questo è quello su cui investigheranno. Andranno a vedere la cultura esecutiva dietro alla WWE. La buona notizia dal mio punto di vista è che ho speso cinque minuti totali a parlare di qualsiasi cosa con l'esecutivo della WWE.

Loro non hanno nessun tipo di ragione per parlarmi". A quanto pare, anche al cronista della WWE non andrebbe proprio molto a genio la dirigenza della federazione di Stamford, con le ennesime parole negative nei confronti della piramide più alta della WWE, che adesso stanno smuovendo il tutto da dentro.

SHARE