Scandalo Vince McMahon: Booker T esprime la sua opinione

Vince McMahon sta subendo un’indagine interna da parte del board WWE

by Simone Brugnoli
SHARE
Scandalo Vince McMahon: Booker T esprime la sua opinione

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Vince McMahon sta subendo un’indagine interna da parte del board WWE per aver dato 3 milioni di dollari ad una ex dipendente con cui avrebbe avuto una relazione extraconiugale.

Non è ancora chiaro se quell’importo provenga dai fondi personali di Vince oppure se siano stati usati i soldi dell’azienda. La situazione è degenerata nelle ultime ore e sono in molti a domandarsi se la posizione di McMahon sia in pericolo.

Il noto portale ‘Fightful’ ha rivelato ulteriori dettagli su questa delicata vicenda: “Le fonti con cui abbiamo parlato ci hanno riferito che la relazione tra Vince McMahon e la paralegale era stata sospettata da molti nella compagnia, avendo notato come quest’ultima continuasse a ricevere sostanziali promozioni nonostante i tagli al budget.

Ci è stato detto che sarebbe stata promossa direttamente da John Laurinaitis come sua assistente, in un ruolo dirigenziale”. Nell’ultima edizione del podcast ‘Hall of Fame’, Booker T non si è voluto sbilanciare sull’argomento.

Booker T non si sbilancia

“Questa vicenda non può essere presa alla leggera, dato che si tratta di accuse piuttosto serie” – ha esordito Booker T. “Non ho abbastanza elementi per potermi sbilanciare, rischierei di dire qualcosa di totalmente sbagliato.

La WWE è casa mia e notizie del genere non sono mai un fatto positivo. Non ho veramente idea di cosa succederà” – ha aggiunto il due volte Hall of Famer. Sempre secondo Fightful, questo scandalo avrà molteplici ripercussioni: “Il board WWE ha preso la questione molto seriamente.

Tutti stanno cooperando per far andare avanti le indagini il più velocemente possibile. Un ex impiegato degli uffici ci ha detto che si scatenerà un effetto domino e che Vince McMahon dovrà lottare per mantenere il suo posto in azienda.

Diverso il discorso relativo a John Laurinaitis, che molto probabilmente sarà costretto a dimettersi”. Dopo aver gestito gli effetti della pandemia globale, la WWE aveva iniziato bene il nuovo anno organizzando con successo WrestleMania e WrestleMania Backlash. Ora la federazione di Stamford deve fare i conti con l’ennesima tempesta.

Vince Mcmahon Booker T
SHARE