WWE: Randy Orton potrebbe non tornare in scena per il resto del 2022



by   |  LETTURE 1381

WWE: Randy Orton potrebbe non tornare in scena per il resto del 2022

Durante una delle ultime puntate di Monday Night Raw, ad aprire le danze dello show ci ha pensato Matt Riddle, ex campione di coppia di Monday Night Raw, il quale è apparso orfano del compagno Randy Orton, con Riddle che ha voluto anche spiegare il perché dell'assenza del suo partner.

A quanto pare, Orton sarebbe alle prese con un problema abbastanza fastidioso alla schiena, il quale lo ha costretto ad un periodo di riposo forzato, visto che negli ultimi anni Randy sta soffrendo parecchio sia per la schiena che per le spalle, suo punto debole da sempre.

La WWE ha fatto anche sapere la cosa attraverso un comunicato: "Randy Orton dovrà sottoporsi a delle consultazioni con dei neurochirurghi e degli ortopedici della spina dorsale per determinare l'entità del suo infortunio e per avere delucidazioni sul percorso del trattamento da seguire.”

Il Legend Killer potrebbe aver bisogno di un'operazione

Un nuovo report da parte del noto sito Fightful, ha fatto sapere che potrebbe essere peggio del previsto la situazione intorno a Orton, che potrebbe essere costretto a rinunciare al ritorno sul ring per tutto l’anno che stiamo vivendo.

"Fightful ha appreso che Orton ha avuto a che fare con un infortunio alla schiena per un bel po' di tempo, al punto che ha effettivamente lavorato per migliorare la sua condizione prima del tag team match di unificazione del titolo, anche se non siamo sicuri della portata del "lavoro" che è stato fatto. 

Ci viene detto che le cose sono peggiorate progressivamente, e la WWE teme che Orton sarà costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico. Fonti della WWE con cui abbiamo parlato hanno detto che se ciò accadesse, Orton sarebbe probabilmente fuori gioco per il resto del 2022. Finora il danno esatto non è noto.”

Non ci resta che attendere ulteriori notizie augurando il meglio a Randy Orton, sperando di riaverlo presto in WWE a scrivere ancora una volta la storia.