Michal Cole ed il suo lavoro vengono insultati da un ex addetto ai lavori WWE

Dopo anni di carriera al tavolo di commento della WWE, lo storico cronista riceve grandi lamentele e critiche per il suo lavoro

by Roberto Trenta
SHARE
Michal Cole ed il suo lavoro vengono insultati da un ex addetto ai lavori WWE

Uno dei personaggi più conosciuti a bordo-ring della WWE è indubbiamente Michael Cole, commentatore della federazione di Stamford da ormai decine di anni, che già alla fine degli anni '90 lavorava nei backstage dell'allora WWF e da lì non si è mai mosso da davanti alle telecamere della famiglia McMahon in uno show o nell'altro.

Nel corso degli anni, Cole è riuscito anche a salire sul ring come atleta, mettendo in piedi alcuni esilaranti match contro alcune Superstar o contro altri colleghi, come Jim Ross, in alcune contese veramente inguardabili, che hanno accontentato i fan che lo vedevano malmenato da mezzo roster, in quanto Cole è stato per anni un heel della federazione, al microfono della compagnia.
Dopo essere tornato a fare semplicemente il cronista a bordo-ring, il suo unico e vero mestiere, per Michael Cole c'è stata una seconda giovinezza al tavolo di commento con Pat McAfee, suo attuale partner di cronaca per Friday Night Smackdown.

Dutch Mantell critica aspramente il lavoro di Michael Cole

Intervistato recentemnte dai microfoni di WSI, insieme a James Romero, lo storico manager WWE, conosciuto sui ring della compagnia dei McMahon come Zeb Colter, che nel mondo delle indipendenti si chiama invece Dutch Mantell, ha voluto provocare Michal Cole, storico cronista WWE, con il vecchio manager di Alberto Del Rio e di Jack Swagger che ha infatti affermato:

"Preferirei camminare in mezzo ad un alveare senza maglietta piuttosto che sentire Michael Cole che commenta un match.

Perché è così aziendalista. Qualsiasi cosa tu vedi, anche quando tornano su di lui, lui legge qualcosa che loro vogliono fargli dire". A quanto pare, il seguire scrupolosamente le direttive che arrivano dalla gorilla position e quindi dal Chairman WWE, non porterebbe Michael Cole ad essere visto come uno molto simpatico, sia in WWE che al suo esterno, con l'ormai storico cronista della WWE che su questo modus operandi ha costruito proprio la sua intera carriera, che non ha nessuna macchia per quanto riguarda la sua prefessionalità, nonostante le critiche esterne.

SHARE