WWE, emergono forti critiche sulla clausola del match tra Roman Reigns e Riddle



by   |  LETTURE 1571

WWE, emergono forti critiche sulla clausola del match tra Roman Reigns e Riddle

Sono ormai quasi due anni che Roman Reigns è il dominatore assoluto della WWE, battendo chiunque si fosse messo sul suo cammino. Il Tribal Chief è campione indiscusso da diverso tempo e detiene entrambi i titoli di campione, sia di Monday Night Raw che di Friday Night SmackDown.

Dopo diverso tempo Roman tornerà a difendere il titolo; nel prossimo episodio di Friday Night SmackDown si affronteranno Roman e Riddle ed il campione difenderà il suo titolo. Nel corso dell'ultimo episodio di Monday Night Raw è intervenuto il manager di Reigns, il noto Paul Heyman.

Questi ha dichiarato, dinanzi al pubblico dello show rosso, che, in caso di sconfitta contro il campione, Riddle non potrà più competere con Reigns per il titolo di WWE Universal Champion. Riddle è intervenuto dicendo che farà di tutto per conquistare il titolo e ha avuto uno scontro verbale poi con gli altri membri del Bloodline, Jey e Jimmy Uso.

Le parole di Bill Apter su Roman Reigns e Riddle

Il giornalista di Sportkeeda Hall of Famer Bill Apter ha commentato questa vicenda, criticando non poco la WWE. Apter ha chiarito che non si trova affatto d'accordo con le parole di Heyman ed ha spiegato inoltre il motivo di tutto ciò: "Penso che la clausola che Paul Heyman ha messo sia del tutto inutile.

Cosa accadrebbe se Riddle vincesse la valigetta nel Pay per View di Money in the Bank? Mi sembra chiaro che questa clausola non ha alcun valore" Il giornalista ha inoltre commentato quello che potrebbe accadere nel match di venerdì, chiarendo che l'esito, a suo parere, è davvero scontato.

Apter ha infatti continuato: "Riddle farà un bel match, ma sicuramente non conquisterà la vittoria. Credo inoltre che a SmackDown ci saranno gli Usos e probabilmente la Bloodline utilizzerà questo fattore per aiutare il campione"