Ex WWE: “Dovevo debuttare un nuovo nome e personaggio prima del licenziamento”



by RACHELE GAGLIARDI

Ex WWE: “Dovevo debuttare un nuovo nome e personaggio prima del licenziamento”

In una recente intervista con i colleghi di Inside The Ropes, Harry Smith, AKA Davey Boy Smith Jr., ha raccontato che prima del suo licenziamento ufficializzato nel novembre 2021 dalla WWE, doveva fare il suo ritorno nella compagnia con una nuova gimmick e un nuovo nome.

"John Cone mi ha detto: ‘La prossima volta che verrai a SmackDown sarà il tuo debutto, hai fatto davvero bene [nel tuo dark match], a Vince è piaciuto molto.’ Così mi sono detto: ‘Fantastico, aspetterò’, e poi mi hanno chiesto di fare un dark match a Tampa e stavano per fare delle vignette dietro le quinte con me e il gilet di pelle di mio padre.

Stavano per mostrarlo per il documentario, e poi la mia sfortuna mi ha portato a prendere il COVID, in un modo davvero brutto, quindi sono stato un po' fuori per circa tre settimane o un mese. Poi sono stato un po' dimenticato, sono venuto in TV una o due volte... Stavo aspettando di tornare e poi hanno chiamato e Johnny [ Laurinaitis] ha detto che non era un fan di esso [il suo rilascio], non era felice con la lista dei nomi che gli è stata dato, ma non era colpa sua.”

Doveva essere un nuovo inizio e invece…

Smith ha poi rivelato che la WWE voleva proporlo come "The Stampede Stud" e reintrodurlo ai fan per la prima volta dal suo addio originale nel 2011.

"Non so cosa stessero aspettando, l'unica cosa che mi era stata detta era che avrei debuttato con il brand di SmackDown e mi avrebbero chiamato ‘The Stampede Stud.’ Non è mai successo, non è stata colpa mia. Mi sono presentato più che in forma. Ho visto Vince e lui era tipo: ‘Sei proprio in forma ragazzo’”.

Dopo il suo ritorno in un dark match il wrestler aveva anche rilasciato un’intervista in esclusiva per il canale YouTube della WWE dove abbiamo capito che sarebbe tornato attivo nella compagnia, ma ovviamente non è mai accaduto.