WWE: come è riuscito a lottare ad Hell in a Cell Cody Rhodes con il suo infortunio?

Emergono alcuni aggiornamenti sulla situazione interna legata al figlio minore di Dusty Rhodes, il quale ha lottato con un brutto infortunio durante l'ultimo ppv WWE

by Roberto Trenta
SHARE
WWE: come è riuscito a lottare ad Hell in a Cell Cody Rhodes con il suo infortunio?

Nonostante il devastante infortunio che avrebbe tenuto chiunque fermo ai box per la WWE, Cody Rhodes si è comunque presentato all'appuntamento di Hell in a Cell contro il Visionario della WWE, Seth Rollins, nel main event dell'ultimo ppv di casa McMahon, visto che proprio Cody era colui che faceva da testimonial all'evento, essendone anche il volto principale del poster del ppv.
Non potendo assentarsi per nessun motivo, Cody ha comunque preso parte con grande difficoltà e grande dolore alla contesa, mettendo in piedi un match che verrà ricordato dai fan per i mesi e gli anni a venire, contro un Rollins che non voleva assolutamente cedere di un passo e che ha tentato in tutti i modi di prendere vantaggi dall'infortunio del suo atleta.
Alla fine, a vincere la contesa ci ha pensato proprio Cody Rhodes, il quale dopo aver colpito l'avversario con uno sledgehammer e dopo aver rifilato a Rollins ben due Cross Rhodes, è riuscito a schienare l'ex Universal Champion dei McMahon, chiudendo il main event praticamente con un braccio solo, dopo la lacerazione totale del muscolo pettorale.

Come ha ricevuto l'ok dai medici Cody Rhodes per lottare?

In molti tra i fan del WWE Universe e gli addetti ai lavori della compagnia, si sono chiesti se Cody Rhodes sia stato più un eroe a lottare in quelle condizioni o più uno sconsiderato, il quale non avrebbe pensato alla sua salute, potendo peggiorare la sua situazione fisica.

A dare una risposta a questa domanda, ci ha pensato il Dottor Brian Sutterer, con il medico della WWE che è stato molto chiaro sulla situazione di Cody Rhodes già dalla vigilia del match di Hell in a Cell dell'atleta ex AEW.

La situazione di Cody, era infatti irreversibile, con la lacerazione che era ormai totale del muscolo pettorale destro, con l'atleta che in nessun caso sarebbe potuto andare a peggiorare ulteriormente il danno già fatto al suo fisico.

La WWE ha così acconsentito che l'atleta salisse sul ring, anche dietro la spinta dello stesso Cody, il quale ha accettato di salire sul quadrato di Hell in a Cell nonostante l'infortunio, visto che nessuna manovra avrebbe comunque peggiorato il danno ormai già fatto al pettorale.

Le uniche complicazioni che il wrestler avrebbe potuto avere, sarebbero potuti essere degli affaticamenti a livello dei muscoli connessi al pettorale, visto che quest'ultimo ovviamente non poteva lavorare al meglio, essendo danneggiato.

Nonostante il dolore, comunque, Cody ha elargito un match da quasi mezz'ora, contro una delle stelle più grandi della WWE attuale, regalando una grandissima contesa a tutt i fan del WWE Universe.

Cody Rhodes
SHARE