Teddy Long: "Quella volta che finii davanti al tribunale dei wrestler per il viagra"

Nella sua ultima intervista, l'Hall of Famer ha voluto raccontare un divertentissimo episodio del suo passato in WWE

by Roberto Trenta
SHARE
Teddy Long: "Quella volta che finii davanti al tribunale dei wrestler per il viagra"

Nel corso degli anni, in WWE sono passati i personaggi più disparati, dagli atleti ai manager agli official della compagnia, fino ai road agent, gli arbitri e i General Manager. Tutte queste figure, in un modo o nell'altro fanno parte del grandissimo organigramma che ha la federazione di Stamford on-screen, con altri numerosi professionisti che invece agiscono nell'ombra e non vengono mai messi davanti alle telecamere, come diversi dirigenti, i writer, i booker e diversi altri importantissimi ingranaggi della ruota chiamata WWE.

Tra i vari personaggi che hanno ricoperto diversi ruoli, troviamo anche Teddy Long, ex manager, arbitro e General Manager della WWE, divenuto molto famoso quando era alla guida di Friday Night Smackdown come GM, con una delle sue "fissazioni" da capo dello show blu, che era quella di creare tag team match dal nulla o di punire i wrestler indisciplinati con un match contro The Undertaker, con tali scenette che sono finite con gli anni per essere delle vere e proprie meme.
Alla fine della sua carriera, Teddy Long è divenuto orgogliosamente anche un WWE Hall of Famer, con l'ex GM che ha anche ricoperto occasionalmente lo stesso ruolo in alcune puntate speciali di Monday Night Raw e di Friday Night Smackdown.

Teddy Long e la sua "condanna per spaccio" di viagra in WWE

Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di Wrestling Inc, il WWE Hall of Famer ha voluto raccontare un particolare aneddoto riferito alla famosa Wrestler's Court, ovvero quella sorta di tribunale interno alla WWE capitanato da The Undertaker, con il quale il locker room andava a punire gli atleti indisciplinati della federazione, che non si comportavano come avrebbero dovuto con i colleghi veterani.

In merito a questa situazione, Teddy ha così voluto raccontare i fatti:

"Mi portarono dalla Wrestler's Court per la vendita di viagra, così dovetti scegliere il mio avvocato. Quindi il mio avvocato fu Mae Young.

Dissi a Mae Young l'intera storia. Andammo davanti alla wrestler's court e la prima cosa che lei disse fu che tutti quanti avevamo dei rapporti. Disse 'Bene, voglio che voi ragazzi sappiate che Teddy Long non è colpevole della vendita di quel Niagra'

Lei non sapeva dirlo nemmeno correttamente, quindi lo chiamò Niagra! Quello fu un giorno meraviglioso, ma alla fine mi reputarono colpevole, quindi dovetti comprargli secchi di pollo e birre per almeno due settimane, sia a Bradshaw che a Taker che a qualche altro ragazzo".

Teddy Long Hall Of Fame
SHARE