Mike Chioda: "Triple H non voleva che arbitrassi dopo i 60 anni"

Triple H ha annunciato il suo ritiro definitivo dal wrestling poco prima di WrestleMania 38

by Simone Brugnoli
SHARE
Mike Chioda: "Triple H non voleva che arbitrassi dopo i 60 anni"

Triple H ha annunciato il suo ritiro definitivo dal wrestling poco prima di WrestleMania 38. Dopo essersi sottoposto ad un delicato intervento al cuore nel settembre 2021, The Game ha dovuto affrontare una lunga riabilitazione per rimettersi in sesto.

Parlando con i medici e con i suoi cari, HHH ha capito che era meglio abbandonare il desiderio di tornare a lottare. Hunter si era allontanato dal ring negli ultimi anni, dedicandosi a tempo pieno al suo ruolo dirigenziale.

C’è lo zampino del ‘Cerebral Assassin’ dietro all’ascesa di NXT, che è diventata una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown. Il 14 volte campione del mondo ha fatto una breve apparizione nella seconda notte dello ‘Showcase of the Immortals’, allo scopo di salutare il WWE Universe e depositare i suoi stivali al centro del ring.

Nel corso di un’intervista a ‘Monday Mailbag’, l’ex arbitro della WWE Mike Chioda ha raccontato di aver avuto una conversazione con Triple H un paio d’anni prima di essere rilasciato. Chioda è stato allontanato dalla federazione di Stamford nel 2020 dopo 35 anni di servizio.

Mike Chioda è stato rilasciato nel 2020

“Un paio d’anni prima del mio rilascio, avevo parlato a lungo con Triple H. Io e mia moglie ci eravamo appena trasferiti in Florida e The Game mi ha detto che non era il caso di arbitrare una volta passati i 60 anni.

Voleva che restassi in salute e che mi godessi la pensione insieme alla mia famiglia. La pandemia e la successiva crisi hanno fatto il resto. Quando sono stato rilasciato dalla WWE, ci sono rimasto male e mi è servito un po’ di tempo per digerire quella notizia.

Mi stavo riprendendo da un infortunio alla spalla e non potevo lavorare durante la pandemia, quindi sono stato licenziato. Potevano trovare un modo migliore per chiudere un rapporto di lavoro durato oltre tre decenni, ma è andata così.

Mi hanno spezzato il cuore. Sono sempre stato leale verso Vince, Linda, Shane e Stephanie. Non so esattamente cosa sia successo, ma è stato molto deludente” – ha ricordato Chioda.

Triple H Wrestlemania
SHARE