Gurv Sihra sarà per sempre grato a Triple H

Poco prima di WrestleMania 38, è giunto l’annuncio ufficiale del ritiro di Triple H

by Simone Brugnoli
SHARE
Gurv Sihra sarà per sempre grato a Triple H

Poco prima di WrestleMania 38, è giunto l’annuncio ufficiale del ritiro di Triple H. Il 14 volte campione del mondo si è ripreso dall’intervento al cuore effettuato nel settembre 2021, ma la lunga riabilitazione lo ha indotto ad abbandonare il desiderio di tornare a lottare.

The Game si era gradualmente allontanato dal ring negli ultimi anni, complici l’avanzare dell’età e la volontà di dedicarsi a tempo pieno al suo ruolo dirigenziale. Non è un segreto che HHH abbia contribuito in prima persona all’ascesa di NXT, fino a rendere il marchio ‘Black and Gold’ una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown.

Durante la seconda notte di WrestleMania 38, Hunter ha fatto una breve apparizione per salutare il WWE Universe (oltre ad aver depositato i suoi stivali al centro del ring). Nel corso di una recente intervista a ‘Wrestling Inc.’, Gurv Sihra dei Bollywood Boyz ha parlato della sua esperienza lavorativa con il ‘Cerebral Assassin’.

Triple H ha appeso gli stivali al chiodo

“È stato fantastico per noi lavorare con Triple H. Se non fosse stato per The Game, non so se avremmo mai trovato un lavoro in questo business” – ha raccontato Sihra.

“Hunter ci ha sempre aiutato e ci ha spronato a dare il 100% ogni volta che salivamo sul ring. Ci ha consigliato di mostrare sempre la nostra vera natura” – ha aggiunto Gurv. Gli ha fatto eco D-Von Dudley: “HHH ha svolto un lavoro incredibile sia dentro che fuori dal ring.

Senza il suo contributo, NXT non sarebbe mai diventata ciò che è oggi. Dopo aver annunciato il suo ritiro, ha ricevuto una miriade di messaggi di ringraziamento. Vi assicuro che erano tutti sinceri. È stato Triple H a permettermi di diventare un producer della WWE.

In quella fase della mia vita, avevo l’opportunità di andare a lavorare altrove. Io e Bubba avremmo potuto continuare ad esibirci insieme in qualche altra compagnia, ma non volevamo tradire la WWE. The Game lo sapeva e mi ha dato la chance di rimanere nel backstage”.

Triple H Wrestlemania
SHARE