Kevin Owens: "Sia io che Triple H avremmo voluto un match tra di noi in WWE"



by   |  LETTURE 643

Kevin Owens: "Sia io che Triple H avremmo voluto un match tra di noi in WWE"

Qualche giorno prima di WrestleMania 38, Triple H ha scioccato il WWE Universe ed il mondo intero annunciando il suo ritiro definitivo dal wrestling attivo. Il COO della WWE ha posto fine ad una carriera leggendaria, che lo ha visto affermarsi come uno dei migliori performer dell’era moderna.

Il 14 volte campione del mondo si era progressivamente allontanato dal ring negli ultimi anni, complici l’avanzare dell’età e la volontà di dedicarsi a tempo pieno al suo ruolo dirigenziale. HHH è stato il principale artefice della nascita e dell’ascesa di NXT, avendo reso il marchio ‘Black and Gold’ una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown, prima della nuova era dello show a colori voluto da Vince.

Nell’autunno dello scorso anno, Triple H si era sottoposto ad una delicata operazione chirurgica al cuore in seguito ad un evento cardiaco che aveva reso necessario l'applicazione di un defibrillatore interno.

Kevin Owens ed il match mai avuto con Triple H

Dopo il ritiro arrivato come la naturale successione all'evento cardiaco avuto dal Triplo, anche Kevin Owens ha voluto parlare della grandezza del COO della WWE sui ring della compagnia, con il canadese che si è detto dispiaciuto di non aver potuto avere un grande match contro di lui prima del suo ritiro definitivo.

Ai microfoni di TalkSPORT, Il Prizefighter della WWE ha infatti affermato:

"Penso di fare da eco ai fan e a tutti quando lo dico; è stata una grande sfortuna che Triple H non si sia potuto ritirare sul ring, ma ha preso la decisione giusta per lui e per la sua famiglia.

Quindi la decisione giusta è una buona decisione. Egoisticamente, speravo di avere una chance di lottare con lui e ne abbiamo anche parlato tra di noi in passato. Penso che entrambi abbiamo pensato la stessa cosa ed eventualmente, sarebbe di sicuro accaduto.

Non sarà purtroppo possibile adesso che accada ma nel grande schema delle cose, a chi importa, sapete?"