Chris Jericho: "Ecco perché Vince McMahon decise di vietare il blading"

Chris Jericho è uno dei wrestler più popolari e vincenti di ogni epoca

by Simone Brugnoli
SHARE
Chris Jericho: "Ecco perché Vince McMahon decise di vietare il blading"

Chris Jericho è uno dei wrestler più popolari e vincenti di ogni epoca, essendo riuscito nell’impresa di trascendere il wrestling. Il fuoriclasse canadese si è aggiudicato ben 35 titoli fra WWE, WCW, ECW, AEW, NJPW e CMLL.

Oltre ad essere un sette volte campione del mondo, si è aggiudicato due volte lo United States Championship, sette volte il World Tag Team Championship e nove volte il titolo Intercontinentale, diventando uno dei quattro performer in grado di completare il Grand Slam sia con il vecchio formato che con il nuovo.

Nell’ultima edizione del suo ormai celebre podcast, Y2J ha ricordato la decisione di Vince McMahon di vietare il sangue durante i match. La pratica del ‘blading’ era molto utilizzata per far sanguinare una superstar nel bel mezzo di un incontro.

Lo scopo del ‘blading’ era quello di ‘migliorare’ la contesa attraverso un copioso sanguinamento. Le compagnie di wrestling hanno adottato questa tecnica per diversi anni, prima che la WWE decidesse di abbandonarla.

Chris Jericho è uno dei più grandi di sempre

“Nel 2008, io e Shawn Michaels eravamo impegnati in una violentissima faida. Ad un certo punto, la situazione è andata fuori controllo e Vince McMahon ha deciso di farla finita con tutto quel sangue.

Io ed HBK abbiamo sicuramente influenzato quella scelta” – ha raccontato Jericho. “A partire da quel momento, Vince ha iniziato a controllare meticolosamente che gli atleti non sanguinassero durante i match.

Pensate che Dave Batista ha dovuto pagare una multa salatissima per non aver rispettato tale divieto” – ha aggiunto. Chris è poi tornato sul suo addio alla WWE: “Onestamente, credo che Vince McMahon abbia pensato fino all’ultimo che stessi bluffando per ottenere più soldi.

Una persona che mi conosce da così tanto tempo avrebbe dovuto sapere che non sono quel genere di uomo. Sono sempre stato sincero nei suoi confronti. Sono sicuro che Vince abbia sottovalutato quella situazione e che oggi se ne rammarichi.

Avrebbe potuto fare di più per tenermi in WWE”. Il 51enne di Manasset è ormai uno dei simboli della All Elite Wrestling.

Chris Jericho Vince Mcmahon
SHARE