La WWE accusata ancora di interferenze di business da una compagnia indie americana



by   |  LETTURE 534

La WWE accusata ancora di interferenze di business da una compagnia indie americana

La WWE nel corso di tutti i suoi anni, è stata chiamata in causa davanti ai giudici di svarati tribunali americani parecchie volte, dalla causa contro il WWF, l'ente di protezione degli animali, che costò addirittura il nome alla compagnia della famiglia McMahon, alla causa intentata contro la compagnia di Stamford da parte di un folto gruppo di ex atleti, i quali dichiaravano come il lavorare per i McMahon li avesse portati ad avere problemi alla testa, legati alle varie commozioni cerebrali avute durante la loro carriera.

Era solo questione di tempo, quindi, prima che arrivasse l'ennesima accusa infamante per la federazione di Stamford, che questa volta invece è accusata di qualcosa di ancora più subdolo e orchestrato, ovvero di scorrettezze ed interferenze di business, da un'altra compagnia di pro-wrestling americana, comunque molto conosciuta nel settore: la MLW.
Negli scorsi mesi, a partire da Gennaio, il CEO della MLW, Court Bauer, aveva infatti iniziato ad accusare la WWE di una violazione della legge antitrust americana in materia di business, con la WWE che secondo il CEO di MLW avrebbe portato avanti dei comportamenti scorretti nei confronti della sua azienda, anche se non ha potuto aggiungere di più, per via dei procedimenti legali portati avanti.

La WWE chiamata in causa per una violazione dell'antitrust

Recentemente intervenuto ai microfoni di Wrestling Inc Podcast, Court Bauer ha infatti voluto dichiarare, rimanendo sempre sul vago:

"Certamente, probabilmente non sarebbe di certo saggio a livello strategico spargere i semi qui ed ora.

Non sto cercando di prenderti in giro, ma tutto ciò che posso dire e condividere è che abbiamo prove eccezionali ed inconfutabili di interferenze illecite. E mentre il processo legale va avanti, il pubblico vedrà tutte queste prove.

Uscirà fuori tutto quanto e la cosa sarà decisamente schiacciante" Ancora una volta, sembra che all'orizzonte ci siano guai belli grossi per il team di avvocati della WWE, che nei prossimi mesi o addirittura anni, dovrà combattere anche contro questi altri problemi, tra i tanti della sua storia, recente e passata.