Booker T: “Athena non avrebbe mai dovuto dire cose private della WWE”



by RACHELE GAGLIARDI

Booker T: “Athena non avrebbe mai dovuto dire cose private della WWE”

Come sapete Ember Moon di recente ha rilasciato un’intervista dove si è sfogata per bene sull’ultimo periodo che ha trascorso in WWE prima di essere licenziata lo scorso novembre. Infatti la wrestler ha parlato della sua frustrazione, dei piani che la WWE aveva in serbo per lei e ha anche fatto alcune dichiarazioni su dei meeting per far vestire le donne in modo più sensuale come Mandy Rose.

Sui vari argomenti citati ha voluto dire la sua Booker T nell’ultimo episodio del suo Hall Of Fame podcast, parlando della carriera dell’ex Ember Moon in WWE e cosa avrebbe dovuto evitare di dire in giro.

Bisogna lasciarsi la negatività alle spalle

 "Tutto mi è rimasto impresso per quanto riguarda l’intervista. Ho ascoltato alcune parti di essa. Non lo so, sono uno di quei tipi di persone che ha cercato di lasciarsi tutte quelle storie alle spalle. Cerco di non pensare alla parte negativa o cose del genere. Ma una cosa che so è che Athena ha avuto un'opportunità in WWE dopo aver provato in diverse occasioni. E l'hanno portata dentro. Athena se la stava cavando molto, molto bene, e poi si è strappata il tendine d’Achille. […] poi è tornata e sembrava più forte di prima”, ha affermato.

Booker ha continuato dicendo: “Lei stava facendo grandi cose ed era in un tag team con Shotzi Blackheart, e quella cosa stava andando da qualche parte, e poi per qualche motivo è andata fuori dai binari. Shotzi è stata accoppiata con qualcun altro e sono sicuro che la cosa abbia fatto sentire Athena in un certo modo. Ma ancora una volta, quando parliamo di informazioni riservate che sono successe in riunioni e cose del genere, non sono un grande fan di uscire e parlare di ciò che è successo nelle riunioni.”

Sulla situazione nello specifico delle riunioni, ha aggiunto: "Non si sa mai cosa ci porterà il futuro, o cosa riserva il futuro. E mettersi in una brutta situazione in cui ci può essere un ponte che non si può attraversare di nuovo, non serve a nulla, e non so perché abbia fatto quei commenti. 

Per esempio, gettare Mandy Rose lì dentro o addirittura mettere il nome di Mandy Rose là fuori, sai. A Mandy Rose potrebbe piacere il modo in cui esce e si veste, potrebbe piacerle il ruolo che sta interpretando. Potrebbe giovarle molto, molto bene interpretare quel ruolo. Alla fine, tutti avranno un ruolo. Ok, se vuoi portare il tuo ruolo un po' più in là della prossima persona, sai, questo è in discussione. Voglio dire, dipende dal caso o da qualsiasi altra cosa. Ma so che se è qualcosa che l'azienda vuole ed è qualcosa di cui stanno parlando all'interno dell'azienda, non penso che sia qualcosa che volevano che qualcuno al di fuori di quell'incontro sapesse davvero.”

Booker T Hall Of Fame