Bruce Prichard: "La WWE ha rischiato seriamente di bruciare Randy Orton"



by SIMONE BRUGNOLI

Bruce Prichard: "La WWE ha rischiato seriamente di bruciare Randy Orton"

Randy Orton ha da poco festeggiato il 20° anniversario del suo esordio in WWE. La strana e bizzarra alleanza con Riddle ha dato un’ulteriore spinta alla sua carriera, nonostante gli esperti fossero abbastanza scettici al riguardo.

Oltre ad essere un 14 volte campione del mondo, la Vipera ha conquistato due volte il Raw Tag Team Championship e una volta ciascuno il titolo Intercontinentale, lo United States Championship, il World Tag Team Championship e lo SmackDown Tag Team Championship.

Si è inoltre aggiudicato due volte il Royal Rumble match e una volta il Money in the Bank. Il 15 agosto 2004, a SummerSlam, è diventato il più giovane campione del mondo nella storia della federazione. All’inizio della sua carriera, il ‘Legend Killer’ ha avuto la chance di lavorare con tre autentici mostri sacri del calibro di Triple H, Ric Flair e Batista formando la celebre stable ‘Evolution’.

Poco dopo aver vinto il titolo dei pesi massimi a SummerSlam, è stato tradito dai suoi stessi compagni. Ospite nell’ultima edizione del podcast ‘Something to Wrestle’, Bruce Prichard ha affermato che la WWE avrebbe dovuto posticipare il tradimento ai danni di Randy.

La riflessione di Bruce Prichard

“Con il senno di poi, quel tradimento si è verificato troppo presto” – ha esordito Bruce Prichard. “Randy Orton si sarebbe dovuto godere il titolo mondiale per più tempo, invece di affrontare subito Triple H.

Essendo molto giovane, penso che Randy avesse bisogno di qualche mese in più per farsi accettare pienamente dal WWE Universe” – ha aggiunto. Pur avendo collezionato innumerevoli riconoscimenti, la Vipera è stata spesso oggetto di critiche nel corso degli anni.

Di recente, Matt Hardy ha difeso a spada tratta il suo ex collega in WWE: “Penso che Randy sia un atleta davvero formidabile. Coloro che sostengono che non lavori molto, che sia svogliato e che abbia un atteggiamento arrogante, non sanno nulla di lui e non conoscono le basi del wrestling professionistico.

Quando si parla di scuola tradizionale e di narrazione all’interno di un match, non c’è nessuno migliore di Orton”.

Randy Orton