Matt Hardy difende Randy Orton dalle critiche

Randy Orton ha costruito una legacy notevolissima durante i suoi 20 anni in WWE

by Simone Brugnoli
SHARE
Matt Hardy difende Randy Orton dalle critiche

Randy Orton ha costruito una legacy notevolissima durante i suoi 20 anni in WWE. A 42 anni, il ‘Legend Killer’ detiene attualmente il Raw Tag Team Championship insieme a Riddle. Oltre ad essere un 14 volte campione del mondo, il fuoriclasse di Knoxville ha detenuto una volta ciascuno il titolo Intercontinentale, lo United States Championship, il World Tag Team Championship e lo SmackDown Tag Team Championship, diventando il decimo wrestler nella storia ad aver completato il Grand Slam.

Si è inoltre aggiudicato due volte il Royal Rumble match e una volta il Money in the Bank. Pur avendo ottenuto innumerevoli riconoscimenti, la Vipera è stata spesso oggetto di critiche da parte dei fan e degli addetti ai lavori.

Nell’ultima edizione di ‘The Extreme Life’, Matt Hardy ha difeso a spada tratta il suo ex collega in WWE.

Matt Hardy difende Randy Orton

“Penso che Randy Orton sia un atleta formidabile” – ha esordito Hardy.

“Coloro che sostengono che Randy non lavori molto, che sia svogliato e che abbia un atteggiamento arrogante, non sanno nulla di lui e non conoscono le basi del wrestling professionistico. Quando si parla di scuola tradizionale e di narrazione all’interno di un match, non c’è nessuno migliore di Randy” – ha aggiunto.

Nell’ultimo episodio di Monday Night Raw, Orton ha celebrato il 20° anniversario del suo esordio in WWE. L’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha criticato l’eccessiva dipendenza della compagnia dalla finisher di Randy.

“Quando ho saputo che la WWE avrebbe celebrato il 20° anniversario dell’esordio di Orton, ho subito pronosticato che la Vipera avrebbe rifilato a tutti quanti la sua celebre RKO. Se avessi scommesso dei soldi su tale epilogo, ora sarei un uomo ricco.

La WWE non poteva essere più scontata e prevedibile di così. I fan presenti nell’arena sono stati sicuramente felici di assistere a quel momento, ma gli spettatori davanti alla TV si sono divertiti molto meno. Se ti fermi a rifletterci, ti rendi conto che quel segmento era totalmente privo di senso”.

Matt Hardy Randy Orton
SHARE