Ronda Rousey sarà per sempre grata a Kurt Angle



by SIMONE BRUGNOLI

Ronda Rousey sarà per sempre grata a Kurt Angle

Ronda Rousey ha iniziato la sua carriera nel wrestling nel gennaio 2018, firmando il suo primo contratto con la WWE. La campionessa di Riverside ha esordito l’8 aprile a WrestleMania 34, sconfiggendo Stephanie McMahon e Triple H in coppia con il mitico Kurt Angle.

Il 19 agosto, a SummerSlam, si è aggiudicata il Raw Women’s Championship mantenendolo per 232 giorni. Dopo quasi tre anni di inattività, Ronda è tornata il 29 gennaio 2022 vincendo il Royal Rumble match femminile.

A WrestleMania 38, è stata sconfitta da Charlotte Flair in maniera poco pulita e – nella successiva puntata di SmackDown – ha chiesto di poter sfidare nuovamente The Queen a WrestleMania Backlash, il prossimo pay-per-view della WWE.

Ospite nell’ultima edizione del podcast ‘Wives of Wrestling’, l’ex stella della UFC ha ringraziato Kurt Angle per averle dato sicurezza e appoggio durante i suoi primi mesi in WWE.

Ronda Rousey ringrazia Kurt Angle

“Quando ho mosso i miei primi passi nel mondo del wrestling, non pensavo che sarei riuscita a salire sul ring e a disputare un match dignitoso” – ha confidato Rousey.

“Era tutto molto complicato e non credevo che avrei avuto successo in singolo. Ero convinta che sarei diventata un personaggio di supporto senza grandi ambizioni individuali, ma le cose sono andate diversamente. L’aiuto di Kurt Angle è stato fondamentale, non ce l’avrei mai fatta senza di lui.

Lavorare con Kurt mi ha fatto diventare più tosta e mi ha conferito la giusta fiducia per il prosieguo della mia carriera” – ha aggiunto. Ai microfoni di Sportskeeda, l’ex manager della WWE Dutch Mantell ha evidenziato le lacune di Ronda al microfono: “Quando deve registrare un promo, è talmente insicura da risultare sgradevole.

Esita, si blocca, cerca di ricordare le parole scritte sul copione e il pubblico se ne accorge. Alcune superstar non sono in grado di parlare dinnanzi ad una platea così vasta. Magari nello spogliatoio se la cavano benissimo, perché c’è poca gente e la pressione è molto inferiore. Quando sei davanti alla folla con la telecamera accesa, è tutta un’altra storia”.

Ronda Rousey Kurt Angle