Omos: "Nel 2012 ho scoperto di avere un tumore"



by ANDREA SCOZZAFAVA

Omos: "Nel 2012 ho scoperto di avere un tumore"

Ospite questa settimana di "Out of Character with Ryan Satin", la Superstar WWE Omos ha parlato della sua esponenziale crescita e della scoperta nel 2012 di avere un tumore all'ipofisi.

Omos: "Ho fatto pubblicare un libro sul mio raro caso medico"

Sulla sua crescita da ragazzino: “Sono cresciuto molto velocemente. Quando avevo 11 anni ero 1.85 cm. Quando avevo 13 anni invece 1.90 cm. A 15 anni invece ero diventato già 2.10 cm”.

Sulla scoperta di un tumore alla ghiandola pituitaria: “Nel 2012, il mio allenatore una volta al college mi disse che qualcuno aveva notato in uno dei suoi ragazzi un tumore ad un lato della faccia'. Mi arrivo un giorno un email dove mi dissero che avevo un tumore all'ipofisi e dovevo essere controllato il prima possibile. Stavo leggendo questa e-mail ed ero tipo: 'Assolutamente no, non è possibile, sto bene anche se decisi di fare comunque un controllo'. Il mercoledì successivo mi hanno fissato una risonanza magnetica. Il lunedì successivo, sono tornato poi ad allenarmi. Vado nella stanza dell'allenatore e mi dissero di andare in un'altra stanza. Entrai e c'era il presidente dell'Università, con anche dei medici presenti che dissero: 'Questa è una risonanza magnetica del tuo cervello. Vedi quel puntino proprio lì? E' un tumore. Non sappiamo però se benigno o maligno'. Non capivo perchè stavo bene fino a quel momento. Ho dovuto fare delle operazioni al cervello per risolvere il problema oltre anche delle delicatissime operazioni al cervello. Rischiai anche di diventare cieco".

Sulla scoperta di un'altra malattia: "Un mese dopo la risonanza magnetica, mi hanno fatto un intervento chirurgico. È stato molto difficile. Ma durante il test, hanno scoperto che non solo avevo un tumore all'ipofisi ma avevo anche la sindrome di Cushing che è una malattia molto rara. Ci sono diverse forme di grandi uomini come me. Era la prima volta nella storia della medicina che qualcuno aveva tutte queste cose insieme, dal tumore all'ipofisi a questa sindrome di Cushing. È diventato un’anomalia dal punto di vista medico. Ho fatto pubblicare anche un libro sul mio caso".