Eric Bischoff: "La WWE ha fatto bene a cambiare i nomi ai suoi atleti"



by ROBERTO TRENTA

Eric Bischoff: "La WWE ha fatto bene a cambiare i nomi ai suoi atleti"

Nelle ultime settimane, la WWE è andata a modificare numerosi nomi dei suoi atleti, con un passaggio nel main roster che è stato la mossa adatta per far coincidere tali cambi. Da NXT al main roster, abbiamo infatti visto passare Pete Dunne, divenuto poi Butch, Raquel Gonzalez divenuta invece Raquel Rodriguez ed il duo formato da WALTER (già divenuto Gunther nelle scorse settimane) e da Marcel Barthel, nel main roster chiamato invece Ludwig Kaiser.

Tutti questi cambiamenti, sono suonati un po' strani alle orecchie dei fan del WWE Universe, i quali ormai chiamavano con i vecchi nomi tali atleti da anni e con molti membri del pubblico WWE che si sono infatti lamentati sui vari social, perché scontenti dei nuovi ring-name scelti dalla WWE per i loro beniamini.
Uno di quelli che ha invece applaudito la scelta della WWE, meramente per un fattore aziendale, è l'ex della compagnia Eric Bischoff, il quale nella sua ultima intervista ha voluto fare un'analisi completa dei motivi che hanno spinto la WWE a cambiare i nomi dei suoi atleti già divenuti famosi nelle indipendenti, prima del debutto nella compagnia.

Eric Bischoff applaude la scelta della WWE di cambiare i nomi

Nel suo intervento ai microfoni di Stricly Business, Bischoff ha voluto affermare le seguenti frasi:

"Se lui era WALTER nella sua carriera indipendente e continua a essere WALTER a Monday NIght Raw o Smackdown, alla fine ci sarà sempre quella nube su chi deve detenere i diritti del nome.

La WWE non vuole avere problemi di proprietà intellettuale, talenti, storyline, creatività, promotion e tutte queste cose che potrebbero minare la sicurezza di una proprietà intellettuale, se alla fine non sono loro a detenerle.

Chi lo farebbe? Sarebbe lo stesso problema se noi decidessimo di andare a noleggiare un pezzo di proprietà, una proprietà fronte-mare, non è nostra, ma la prendiamo in affitto e poi entrambi decidiamo, anche se sappiamo che è solo a noleggio, di costruirci una casa sopra.

Noi ci costruiamo una grandissima e bellissima casa su questo pezzo di proprietà fronte-mare e magari il proprietario della zona si presenta e ci dice anche che abbiamo fatto un grandissimo lavoro, costruendo la sua casa dei sogni sulla proprietà che lui possiede.

Vedete, ci sono già dei problemi evidenti. Voi avete investito tutti i vostri soldi su una bellissima casa, su un pezzo di proprietà che non è nemmeno vostro. In questo caso, WALTER è la proprietà che voi nemmeno possedete e in questo caso, invece, Gunther è la casa".

Eric Bischoff Monday Night Raw