Randy Orton si emoziona ricordando il suo primo titolo vinto



by   |  LETTURE 1018

Randy Orton si emoziona ricordando il suo primo titolo vinto

Randy Orton ha fatto la storia della WWE, affermandosi come una delle superstar più longeve e popolari dell’era moderna. Oltre ad essere un 14 volte campione del mondo, la Vipera ha conquistato due volte il Raw Tag Team Championship e una volta ciascuno il titolo Intercontinentale, lo United States Championship, il World Tag Team Championship e lo SmackDown Tag Team Championship.

Il 42enne di Knoxville si è aggiudicato ben due edizioni del Royal Rumble match (nel 2009 e nel 2017) e una volta il Money in the Bank. Il 15 agosto 2004, a SummerSlam, è diventato il più giovane campione del mondo nella storia della compagnia, avendo vinto il titolo dei pesi massimi all’età di 24 anni e 136 giorni battendo Chris Benoit.

In un video pubblicato sul canale YouTube della WWE, il ‘Legend Killer’ si è emozionato ricordando il suo primo titolo vinto.

Randy Orton ha fatto la storia della WWE

“Rivedere quell’incontro mi ha fatto scendere qualche lacrima” – ha raccontato Orton.

“Non dimenticherò mai il primo titolo che ho vinto. Quel match è sicuramente uno dei miei preferiti, diciamo che rientra nella Top 10. Non è scontato ricevere un simile riconoscimento in giovane età” – ha confidato.

Ospite nell’ultima edizione del podcast ‘Out of Character’, Randy ha ringraziato JBL per avergli sempre riservato un trattamento privilegiato: “JBL era solito dare del filo da torcere ai giovani talenti del roster.

Lo faceva per testare il loro carattere e aiutarli a crescere. John ha sempre avuto un occhio di riguardo per me, dato che mio padre Bob era stato il suo mentore. Grazie a mio padre e alla sua influenza nel backstage, non sono mai stato preso di mira nei primi anni della mia carriera.

A causa di questo mio status, tanti ragazzi mi odiavano e non avevo una buona reputazione”. L’Apex Predator ha infine speso belle parole per Dolph Ziggler: “Credo che sia una delle superstar più sottovalutate del roster WWE.

Mi dispiace moltissimo per lui, visto che ha un talento fuori dal comune. È probabilmente il miglior lavoratore della mia generazione”.