Dutch Mantell sogna una faida tra Roman Reigns e Randy Orton



by   |  LETTURE 1571

Dutch Mantell sogna una faida tra Roman Reigns e Randy Orton

Roman Reigns è diventato il simbolo della WWE un paio d’anni fa, quando si è alleato con Paul Heyman completando il suo turn heel. Com’era ampiamente prevedibile, il ‘Tribal Chief’ ha avuto la meglio su Brock Lesnar nella 38ma edizione di WrestleMania, ribadendo di essere il miglior wrestler della compagnia e aggiudicandosi l’intera posta in palio.

Durante la sua avventura a Stamford, l’ex membro dello Shield ha conquistato quattro volte il WWE Championship, due volte l’Universal Championship e una volta ciascuno il titolo Intercontinentale, lo United States Championship e il WWE Tag Team Championship, diventando il 17° performer nella storia ad aver completato il Grand Slam.

Ha inoltre vinto il Royal Rumble match nel 2015, mettendo a referto ben sei eliminazioni. Nell’ultima edizione di ‘Smack Talk’ su Sportskeeda, l’ex manager della WWE Dutch Mantell ha affermato che gli piacerebbe vedere una faida tra Roman Reigns e il mitico Randy Orton.

L’Apex Predator è attualmente impegnato in una storyline con i cugini di Roman, gli Usos.

Il desiderio di Dutch Mantell

“Io credo che la WWE stia spianando la strada per una faida tra Randy Orton e Roman Reigns” – ha confidato Mantell.

“Reigns è ormai il simbolo indiscusso della WWE, mentre Orton non ha certo bisogno di presentazioni. Ci sarebbero tutti i presupposti per assistere ad una rivalità magnifica. Roman ha sconfitto quasi tutti i campioni del roster negli ultimi due anni, motivo per cui una storyline con Randy sarebbe l’unico sentiero percorribile” – ha aggiunto.

Dutch ha poi commentato l’approdo di Samoa Joe in AEW: “Samoa aiuterà la All Elite Wrestling a crescere ulteriormente. Stiamo parlando di un grandissimo wrestler, che ha un talento straordinario anche al microfono.

Lo considero un ottimo innesto per la AEW. Se Tony Khan riuscirà a gestirlo bene, non si pentirà della scelta che ha fatto”. Non potevano mancare due parole su Triple H: “Siamo tutti dispiaciuti che una leggenda del suo calibro lasci il wrestling, ma tocca a tutti prima o poi. Se avesse disputato un altro match, sarebbe potuto morire sul ring”.