Triple H invia un bellissimo messaggio a Randy Orton



by   |  LETTURE 1489

Triple H invia un bellissimo messaggio a Randy Orton

Randy Orton è senza dubbio uno dei performer più longevi e popolari dell’era moderna. Oltre ad essere un 14 volte campione del mondo, la Vipera ha conquistato due volte il Raw Tag Team Championship e una volta ciascuno il titolo Intercontinentale, lo United States Championship, il World Tag Team Championship e lo SmackDown Tag Team Championship, diventando il decimo wrestler nella storia ad aver completato il Grand Slam.

Si è inoltre aggiudicato due edizioni del Royal Rumble match (nel 2009 e nel 2017) e una volta il Money in the Bank. Nella puntata di Raw del 7 marzo, gli RK-Bro hanno vinto per la seconda volta i titoli tag team di Raw sconfiggendo l’Alpha Academy e Kevin Owens/Seth Rollins in un ‘Triple Threat Tag Team match’.

Il 3 aprile, nella seconda notte di WrestleMania 38, Orton e Riddle hanno difeso le loro cinture respingendo l’assalto dell’Alpha Academy e degli Street Profits.

Triple H rende omaggio a Randy Orton

Attraverso il suo profilo Twitter, Triple H ha voluto rendere omaggio al suo amico ed ex rivale Randy Orton.

“Solo pochi wrestler riescono effettivamente ad arrivare ai vertici della WWE, ma quasi nessuno è in grado di restarci per 20 anni. Ho avuto l’onore di lavorare con Randy Orton e abbiamo condiviso tanti momenti insieme.

L’ho visto maturare sia come uomo che come performer, fino a diventare un’icona assoluta di questo business. Congratulazioni Randy!” – ha scritto The Game. Qualche settimana fa, Hunter ha annunciato il suo ritiro definitivo dal wrestling.

Gli ultimi mesi sono stati difficili per il ‘Cerebral Assassin’, alle prese con la riabilitazione dopo la delicata operazione al cuore a cui si era sottoposto nel settembre 2021. Nell’ultima edizione del podcast ‘Table Talk’, D-Von Dudley ha speso belle parole per HHH: “Ho appreso la notizia del suo ritiro e mi sono commosso quando ha depositato i suoi stivali al centro del ring a WrestleMania 38.

Ci tengo a ringraziare Triple H non soltanto per avermi dato la chance di diventare producer, ma anche per aver accettato di perdere un match contro di me a SmackDown nel maggio 2002”.