Paul Heyman ritiene di essere il più grande manager di tutti i tempi

Paul Heyman è uno dei personaggi più riconoscibili dell’era moderna

by Simone Brugnoli
SHARE
Paul Heyman ritiene di essere il più grande manager di tutti i tempi

Paul Heyman è uno dei personaggi più riconoscibili dell’era moderna, avendo contribuito in prima persona a diffondere il wrestling in giro per il mondo. Il 56enne newyorkese è stato uno dei fautori dell’ascesa della Extreme Championship Wrestling negli anni novanta, ma è noto anche per la sua lunga permanenza in WWE.

Quando era a capo della ECW, veniva ampiamente considerato come uno dei migliori booker in circolazione. Dopo aver tradito Brock Lesnar alla Royal Rumble, Heyman è tornato a svolgere il ruolo di consigliere speciale di Roman Reigns.

Il ‘Tribal Chief’ ha sconfitto la Bestia nella seconda notte di WrestleMania 38, sancendo così la fine di una rivalità tanto accesa quanto controversa. Durante una lunga intervista a ‘101 WRIF’, Paul ha commentato la vittoria di Reigns allo ‘Showcase of the Immortals’ e non solo.

Paul Heyman si incorona

“Credo che non ci siano più dubbi sul fatto che io sia il più grande manager, avvocato e consigliere nella storia del wrestling professionistico” – ha esordito Heyman.

“Sono rimasto al top di questo business per 35 anni, non ho più nulla da dimostrare. Sono il consigliere speciale del ‘Tribal Chief’ Roman Reigns, che ha appena distrutto Brock Lesnar a WrestleMania 38 confermando di essere il simbolo della federazione” – ha aggiunto.

Nell’ultimo episodio di ‘Drive Thru’, l’ex manager della WWE Jim Cornette ha elogiato Paul Heyman: “Paul è un mostro sacro di questo settore, non ci sono dubbi al riguardo. Ho osservato più volte i segmenti che lo hanno visto protagonista insieme a Brock Lesnar e Roman Reigns, è stato davvero formidabile.

La presenza e il contributo di Heyman hanno reso quei segmenti eccezionali. Stiamo parlando di un genio assoluto. Non sono soltanto le sue parole a fare la differenza, ma è anche la sua mimica facciale. Le sue espressioni sono fuori dal mondo e aumentano la sensazione di realismo in chi guarda”.

Vince Russo non è dello stesso avviso: “I promo di Paul Heyman sono sempre gli stessi da anni e anni, è diventato noioso e ripetitivo”.

Paul Heyman
SHARE