Paul Heyman: "Ecco perché Brock Lesnar ha scoperto il suo carattere solo ora in WWE"



by   |  LETTURE 2872

Paul Heyman: "Ecco perché Brock Lesnar ha scoperto il suo carattere solo ora in WWE"

Due dei personaggi più importanti di questa Road to Wrestlemania ma anche delle ultime, sono stati sicuramente Brock Lesnar e Paul Heyman, rispettivamente WWE Champion di Monday Night Raw e il manager/consigliere personale dell'Universal Champion di Friday Night Smackdown, Roman Reigns.

Negli ultimi mesi, Heyman e Lesnar, proprio insieme al campione dello show blu, sono stati fondamentali per costruire al meglio la storyline più importante dello Showcase of the Immortals, con lo scontro finale tra la Bestia della WWE e il Tribal Chief che sarà valido addirittura per entrambi i titoli mondiali della compagnia, come mai era accaduto finora a Wrestlemania.

Negli ultimi 20 anni, Heyman è però sempre stato al fianco del suo assistito, Brock Lesnar, salvo pochissimi frangenti e questo è uno di quelli, con il Mad Genius che ha preferito tradire Lesnar, rimanendo alleato a Reigns e alla sua Bloodline.

Brock Lesnar e il carattere comico mai scoperto

Nella sua ultima intervista, Paul Heyman ha voluto parlare del carattere comico e ironico che avrebbe sfoggiato il WWE Champion nelle ultime settimane, con molti fan che infatti si stanno chiedendo il perché in quasi 20 anni di attività, Lesnar non abbia mai fatto conoscere questo lato di sè.
Intervenuto proprio in merito ai microfoni di The MMA Hour con Ariel Helwani, Heyman ha infatti affermato:

"Brock Lesnar ha un grandissimo senso dello humour.

Semplicemente Lesnar non ha mai avuto modo e tempo di mostrarlo agli schermi della WWE. Ne ha mostrato un po' quando era in UFC e questa è solo una parte della sua personalità; questo è quello che è nella sua fattoria.

Questo è quello che è quando Brock caccia. Questo è il Brock in borghese e fino ad ora quel Brock in borghese entrava nella versione 'Brock da combattimento' perché ovviamente doveva mostrare diversi lati della sua personalità perché era attaccato alle costole di Roman Reigns.

Non aveva bisogno di farlo. Non era ancora il momento. E' la stessa ragione per cui non avete visto il Tribal Chief nel 2012. Dovevate vedere il Badass dello Shield. Dovevate vedere il Big Dog e dovevate attendere che si elevasse e crescesse, fino all'upgrade finale, Roman Reigns era pronto per rivelarsi come The Head of the Table.

Questa è una parte della personalità di Brock Lesnar. Brock Lesnar non è un essere umano mono-dimensionale, come tutti gli esseri umani d'altronde. Lui è una bestia".