Jeff Hardy: "Non stavo cercando di essere rilasciato dalla WWE"



by ANDREA SCOZZAFAVA

Jeff Hardy: "Non stavo cercando di essere rilasciato dalla WWE"

A dicembre, Jeff Hardy era alle prese con un six man tag team match durante un live event a Edinburg, in Texas. Ad un tratto, Jeff si era avviato verso i fan e aveva abbandonato di fatto il ring. In seguito a questo episodio, Jeff Hardy è stato rilasciato dalla compagnia, dopo che la federazione voleva mandarlo in riabilitazione e lui si è rifiutato. Da allora ci sono state molte parole sul suo addio dalla WWE, ma durante un recente episodio del podcast The Extreme Life of Matt Hardy, Jeff è ritornato a parlare su questo argomento.

Jeff Hardy: "La WWE non mi faceva sentire più importante"

Sull'ultimo periodo in WWE: “Quella notte a Edinburg, in Texas avevo finito la mia batteria. Andai oltre la ringhiera e sono andato via tra la folla. Naturalmente, pensavano che avevo preso qualcosa come droghe e cose del genere. Se avessi assunto cose del genere, non sarei andato là fuori, è così che la vedo. Ancora una volta, è stata una delle cose più intelligenti che abbia mai fatto perché tutto ha funzionato correttamente, soprattutto perché nel mio primo giorno in AEW mi sono sentito importante per la prima volta. La cura e l'amore che mi hanno mostrato, mi vengono i brividi solo a pensarci. In WWE, sembrava che volessero solo tenermi lì per vendere action figure. Io metto tanto amore e gioia nel dipingere il mio viso e a lottare sul ring. Questa è una cosa di cui sono super entusiasta anche in AEW".

Sul fatto che non voleva essere rilasciato apposta: “Non stavo cercando di essere rilasciato. Il solo pensiero delle Survivor Series era tutto davvero molto divertente. Il legame con il pubblico e loro volevano che vincessi era tutto fantastico. Mi hanno fatto ripensare molto a SummerSlam, al grande pubblico che c'era. Ero davvero contento. Ero così entusiasta di farne parte, ma non ero nemmeno coinvolto direttamente. Mi sono chiesto più volte, il perché ero ancora in WWE? Qual era il mio scopo?'".

Jeff Hardy