Bully Ray: "The Undertaker sarebbe l'avversario ideale per Seth Rollins"



by SIMONE BRUGNOLI

Bully Ray: "The Undertaker sarebbe l'avversario ideale per Seth Rollins"

The Undertaker verrà inserito nella WWE Hall of Fame tra poche settimane, l’ennesimo riconoscimento per una delle superstar più iconiche di tutti i tempi. Il Becchino ha disputato il suo ultimo match contro AJ Styles a WrestleMania 36, prima di ricevere un emozionante tributo durante le Survivor Series 2020 (laddove 30 anni prima era iniziata la sua leggendaria carriera).

All’interno della docu-serie ‘The Last Ride’, il ‘Phenom’ ha ammesso di non riuscire più a sostenere gli sforzi richiesti dal wrestling professionistico e di non voler rovinare la sua immagine.

Insieme al Deadman, faranno il loro ingresso nella HOF anche Vader e Sharmell. Ospite nell’ultima edizione di ‘Busted Open Radio’, Bully Ray ha analizzato la possibilità di rivedere Taker sul ring a WrestleMania 38 per affrontare Seth Rollins.

Bully Ray ha un'idea interessante

“Capisco perfettamente il motivo per cui la gente desideri vedere The Undertaker sul ring a WrestleMania 38. Una sua apparizione nell’evento più importante dell’anno sarebbe clamorosa.

Penso che Seth Rollins sarebbe l’avversario ideale. Non ha ancora trovato un rivale per Mania, ma non intende desistere. Potrebbe presentarsi all’AT&T Stadium di Arlington e lamentarsi con il pubblico. Immaginate se all’improvviso risuonasse la musica di The Undertaker, la folla andrebbe in estasi” – ha dichiarato Bully Ray.

In una lunga intervista concessa a Ryan Satin qualche giorno fa, Taker ha raccontato le origini della sua celebre gimmick: “Mi sono sempre piaciute le cose spaventose. Mi affascinava il mistero, tant’è vero che guardavo moltissimi film paurosi da bambino.

Sono sempre stato attratto anche dalla morte. C’è stato un periodo in cui alcuni membri della mia famiglia lavoravano in un’impresa di pompe funebri, quindi mi capitava di osservare bare o cose simili. All’epoca, non avevo idea di quale piega avrebbe preso la mia carriera.

Se ci ripenso oggi, lo trovo abbastanza divertente”. Il Becchino ha un approccio diverso fuori dal ring: “Non sono così scuro come mi vedete in televisione. Mi piace fare scherzi alle altre persone e non mi prendo troppo sul serio. Ho sacrificato tante cose per il bene di quel personaggio”.

The Undertaker Seth Rollins Hall Of Fame