Damian Priest: “Vi racconto di quella volta in cui Randy Orton ringraziò Bad Bunny”



by   |  LETTURE 1235

Damian Priest: “Vi racconto di quella volta in cui Randy Orton ringraziò Bad Bunny”

Nel corso degli anni, a partire veramente dagli inizi, Wrestlemania è sempre stata caratterizzata dalla presenza di varie star appartenenti al cinema, alla musica, al web e così via, per creare veramente quell’atmosfera di spettacolo che contraddistingue questo show e la WWE.

Lo scorso anno in particolare, il cantante Bad Bunny ha colpito tantissimi fans di wrestling, lottando al fianco di Damian Priest contro The Miz e John Morrison. Proprio di questo ha parlato l’ex campione degli Stati Uniti a CBS Sports, approfondendo l’argomento dei personaggi famosi allo Showcase of the Immortals e raccontando di un aneddoto con la leggenda Randy Orton.

“Ad essere onesti, proprio come i fan, quando si vede un estraneo si storce il naso. Solo perché siamo così appassionati a tutto questo. Non che abbiamo un problema con quella persona. Siamo solo appassionati del nostro business. Ci piace essere trattati come tali. Con l’arrivo di qualcuno come Bad Bunny, naturalmente, ci saranno occhi alzati al cielo e quant'altro. Ma poi si vede l'altro lato ed è tipo: ’Oh, no. È uno di noi."

Randy Orton lo ha definito “WWE Superstar”

Priest ha poi proseguito l’intervista raccontando: “Vedere cose come, per esempio: stavamo camminando nel backstage. A quel tempo c’era il Thunderdome. Randy Orton si ferma, perché stava camminando come noi, si ferma e dice: ‘Hey, volevo solo dire grazie per averci mostrato rispetto come nessun altro. La gente di solito non lo fa in questo modo e voglio solo dirti grazie e che ti sei guadagnato il nostro rispetto.' Non riguardava nemmeno me. Me ne stavo lì e ho pensato che fosse una delle cose più fighe di sempre... Bad Bunny ha davvero capito quanto fosse grande.”

Dopo il match a Wrestlemania, The Legend Killer ha definito il cantante una Superstar WWE a tutti gli effetti, vedendo tutto l’impegno che aveva messo nei suoi allenamenti per affrontare al meglio il match.