Damian Priest: "Un consiglio di Triple H mi ha cambiato la vita"



by SIMONE BRUGNOLI

Damian Priest: "Un consiglio di Triple H mi ha cambiato la vita"

Damian Priest si è reso autore di un notevole salto di qualità nel 2021. La sua carriera è definitivamente svoltata a WrestleMania, dove ha collaborato con Bad Bunny contro The Miz e John Morrison. Priest si è poi aggiudicato il titolo degli Stati Uniti battendo Sheamus a SummerSlam, mantenendo la cintura fino ad un paio di settimane fa (quando è stato sconfitto da Finn Balor a Raw).

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a ‘ViBe & Wrestling’, Damian ha ammesso che alcuni consigli del leggendario Triple H gli hanno cambiato la vita. The Game si è progressivamente allontanato dal ring negli ultimi anni, dedicandosi con successo al suo ruolo dirigenziale.

HHH è stato fondamentale per la nascita e l’ascesa di NXT, avendo reso il marchio ‘Black and Gold’ una validissima alternativa agli show di Raw e SmackDown. Hunter si è sottoposto ad una delicata operazione al cuore qualche mese fa, dalla quale si sta ancora riprendendo.

Damian Priest ringrazia Triple H

“Triple H mi ha detto che dovevo imparare ad essere me stesso sul ring. Lui non voleva che interpretassi semplicemente la parte di un wrestler, desiderava che mostrassi la mia vera natura.

Mi ha spiegato che – se lo avessi fatto – la mia carriera sarebbe stata fantastica” – ha raccontato Priest. “Quando ha pronunciato quelle parole, non le ho capite immediatamente. Mi ci è voluto del tempo per assimilarle.

Con il passare dei mesi, mi si è accesa la lampadina nel cervello e ho iniziato a lavorare su me stesso. Mi sono accorto che è difficile essere se stessi quando ti trovi davanti ad una telecamera. Cambia il modo in cui parli, il modo in cui cammini e nemmeno te ne rendi conto.

Piano piano ho cominciato a rilassarmi e a godermi quest’esperienza per davvero” – ha aggiunto. L’ex star della WWE Karrion Kross ‘stravede’ per Damian Priest: “Ho avuto la possibilità di conoscerlo anche al di fuori del ring e sono convinto che diventerà un Hall of Famer. Ha tutte le carte in regola per essere un’icona di questo business”.

Triple H