Vince Russo: "Un match tra Undertaker e Sting sarebbe stato deludente"



by SIMONE BRUGNOLI

Vince Russo: "Un match tra Undertaker e Sting sarebbe stato deludente"

The Undertaker e Sting sono stati i simboli indiscussi della WWE e della WCW per molti anni, contribuendo in prima persona alla crescita delle loro federazioni. Sting ha militato in WCW dagli anni ’80 fino alla chiusura dell’azienda nel 2001.

Si è poi unito alla TNA, prima di fare il suo esordio in WWE nel 2014. Durante la sua permanenza a Stamford, l’ex stella della WCW ha disputato alcuni match da sogno contro Triple H e Seth Rollins. Attualmente è un membro della All Elite Wrestling, la compagnia di Tony Khan, dove si concede qualche scorribanda sul ring nonostante l’età.

Taker si è invece ritirato dal wrestling alle Survivor Series 2020, laddove 30 anni prima era iniziata la sua leggendaria carriera. Il Becchino ha ammesso di non riuscire più a sostenere gli sforzi richiesti da questo business e di non voler rovinare la propria immagine.

Ai microfoni di Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha elogiato la scelta di non far lottare Undertaker e Sting l’uno contro l’altro.

Vince Russo su Undertaker e Sting

“Quando Sting è approdato in WWE, sia lui che The Undertaker avevano ormai superato il loro prime.

Sarebbe stato bello vedere un match fra di loro all’apice delle rispettive carriere, ma non è successo” – ha dichiarato Russo. Un concetto ribadito più volte anche dal Deadman: “Ad essere sincero, un incontro fra me e Sting sarebbe stato interessante negli anni ’90 o nei primi anni 2000.

Mi sarebbe piaciuto lavorare con Sting, ma non è stato possibile realizzare questo sogno”. Nella stessa intervista, Russo ha attaccato Paul Heyman: “Ho seguito tutti gli episodi di Raw e SmackDown andati in onda negli ultimi dieci anni, quindi so bene di cosa parlo.

I promo di Paul Heyman sono sempre uguali da anni e anni, ve lo garantisco. La dirigenza WWE dovrebbe trovare nuove soluzioni per rendere il suo personaggio più accattivante. Ogni settimana vediamo Heyman che sale sul ring, realizza gli stessi promo e ripete le solite battute. È diventato noioso”.

Vince Russo Sting The Undertaker